Il notevole contributo di Latina alla colletta del Banco Alimentare

Gli abitanti di Latina danno riprova di estrema solidarietà, con i loro 26.389 chilogrammi di cibo donato ai meno abbienti ed i numerosi volontari che hanno dato il loro contributo durante la raccolta

Per il 25esimo anno consecutivo, è stata organizzata a livello nazionale la colletta alimentare per la raccolta di cibo destinato alle famiglie meno abbienti. La necessità di assistere chi ne ha più bisogno si è fatta sentire in particolar modo quest’anno, in considerazione del notevole impatto della pandemia sulle finanze di molti nuclei familiari.

Secondo il Rapporto Annuale sull’ economia del Lazio, presentato dalla Banca D’Italia nel giugno scorso, l’occupazione è infatti considerevolmente diminuita nella Regione Lazio, a causa dei due anni di stagnazione e della chiusura di numerosi esercizi commerciali. Il calo ha riguardato non solo i dipendenti a tempo determinato, ma anche i lavoratori autonomi, sfociando in un notevole peggioramento delle condizioni reddituali in tutto il paese. Il bilancio dello Stato ne ha inevitabilmente risentito, portando ad un aumento di un terzo della richiesta del reddito di cittadinanza rispetto al 2019.


Con le 7mila tonnellate di cibo donato nella Regione Lazio, la colletta di quest’anno ha toccato livelli senza precedenti. E la donazione non ha visto la partecipazione di soli individui, ma anche di 430 supermercati in tutta la Regione. La provincia di Latina si piazza in alto nella classifica dei più generosi, con i suoi 26.389 chilogrammi di cibo donato e la partecipazione di diversi volontari durante la raccolta. Nel corso delle settimane a venire, i proventi delle donazioni nella Regione Lazio saranno destinati alla distribuzione a di 450 diverse strutture che supportano più di 110mila persone

Il Covid non ha indurito il cuore degli Italiani”, ha dichiarato il presidente della Fondazione Banco alimentare Onlus Giovanni Bruno nel comunicato stampa ufficiale rilasciato al termine della raccolta, “si tratta di un gesto capace di unire in un momento in cui tutto sembra dividerci”.

Il contributo dei donatori e dei volontari in tutta la Regione arriva non a caso in prossimità delle feste, permettendo così a tutti i membri della comunità di trascorrere un sereno Natale all’insegna della solidarietà e della condivisione. In tal senso, saranno di supporto anche le numerose offerte consultabili attraverso il volantino Lidl anteprima, contenenti una completa panoramica delle promozioni disponibili negli store appartenenti alla catena.

Un’impresa di tale entità è stata resa possibile grazie al contributo di diversi soggetti appartenenti alla società civile, tra cui l’Esercito, l’Associazione Nazionale Alpini, l’Associazione Nazionale Bersaglieri, la Società di San Vincenzo De Paoli, la Compagnia delle Opere Sociali e tante altre associazioni caritative. Anche il mondo dello sport ha dato il suo contributo all’organizzazione dell’iniziativa, tramite il calciatore Giorgio Chiellini, testimonial della Colletta Alimentare 2021. Il celebre giocatore della Juventus è infatti protagonista dello spot di lancio della raccolta, realizzato con la collaborazione di Mate Agency.

L’intera comunità ha dato dimostrazione di un grande senso di partecipazione, tramite un’iniziativa condotta nel segno della solidarietà e della condivisione. A 25 anni dalla sua istituzione, l’attività del Banco Alimentare è ora condotta da più di 1.800 volontari, coordinati da personale dipendente. Anche supportati dai mezzi della tecnologia moderna e dalla possibilità data ai cittadini di partecipare anche tramite donazioni online, la Onlus è riuscita a donare sempre più sorrisi alle famiglie di tutta Italia. La partecipazione si pronostica crescente anche negli anni a venire, nella speranza non solo di aumentare sempre di più i contributi, ma anche che siano sempre meno le famiglie ad averne bisogno.