Scattano da oggi le regole del Super Green Pass: controlli anche a Cisterna

Il sindaco Mantini: “La festa dell’Immacolata un banco di prova. Un Natale sereno e in compagnia se sapremo essere responsabili e osservare le regole”

Da oggi e fino al 15 gennaio 2022 entra in vigore in tutta Italia la certificazione verde rafforzata, nota come Super Green Pass. Si tratta di misure straordinarie, disposte dal D.L. n.172 del 26 novembre scorso, per il contenimento della nuova impennata di contagi da Covid-19 e lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali in vista delle imminenti festività natalizie.
Partiti anche a Cisterna, dunque, i controlli delle forze dell’ordine e Polizia Locale, come d’intesa nel Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e nel successivo Tavolo Tecnico svolto in Questura.
Il nuovo provvedimento introduce l’estensione dell’obbligo vaccinale al personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia, personale del soccorso pubblico; l’estensione dell’impiego del Green Pass ridefinendone la durata della validità da 12 a 9 mesi; l’istituzione del Green Pass rafforzato (super) attestante l’avvenuto ciclo vaccinale o guarigione,  l’estensione dell’obbligo di certificazione verde (base), il potenziamento dei controlli.
Valentino Mantini, sindaco di Cisterna di Latina

Invito tuttiafferma il sindaco Valentino Mantinia rispettare in maniera puntuale le disposizioni del Ministero della Salute e a tenere sempre alta l’attenzione. Come concordato con il Prefetto e il Questore, i comportamenti che verranno adottati in occasione della prima importante festività natalizia, quella dell’8 dicembre, Festa dell’Immacolata Concezione, saranno un importante banco di prova sul rispetto dei corretti comportamenti da tenere.

Saranno effettuati controlli nelle attività di ristorazione, bar e pub, negli esercizi commerciali, nelle sale da gioco e scommesse, su forme di assembramento, nelle fermate dei mezzi di trasporto pubblico.
Non si tratta di azioni repressive e immediatamente sanzionatorie ma di stimolo ad adottare una condotta rispettosa della propria salute e quella degli altri, nel comune intento di evitare il dilagare della cosiddetta quarta ondata Covid.
Poter trascorrere un Natale sereno e insieme alla persone care, dunque, dipende soprattutto da noi, dal senso di responsabilità di ciascuno”.