Violenza di genere, tre arresti da parte dei carabinieri

Continuano con fermezza e incisività, le attività poste in essere dai carabinieri del Comando di Latina per contrastare il fenomeno della violenza di genere. Un’azione che ha appena portato a un trio di arresti, da una parte all’altra della provincia. Solo gli ultimi di una lunga serie.

Andando nello specifico, nella tarda mattinata di venerdì, a Minturno, i carabinieri della Stazione locale hanno sottoposto alla misura dei domiciliari un 43enne del posto, raggiunto da un provvedimento disposto dall’autorità giudiziaria di Cassino. Lo scorso 3 novembre l’uomo era stato denunciato dagli stessi operanti per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.


Venerdì pomeriggio, a Ponza, i carabinieri della Stazione hanno invece tratto in arresto un 44enne isolano, raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dall’autorità giudiziaria di Roma. L’uomo è finito dietro le sbarre perché ritenuto responsabile di ripetuti maltrattamenti ai danni della propria convivente. Già ristretto ai domiciliari, secondo gli accertamenti dell’Arma ha continuato la sua condotta violenta, facendo dunque scattare l’aggravamento della precedente misura. Espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Poggioreale.

Nel pardo pomeriggio della stessa giornata, a Sermoneta, i carabinieri del posto hanno infine arrestato un 51enne: aveva violato in modo continuativo la misura del divieto di avvicinamento alla parte offesa. Circostanza segnalata dai militari dell’Arma, spingendo l’autorità giudiziaria a ritenere più adeguato l’arresto, nelle forme della restrizione domiciliare.