5 consigli per stupire i recruiter con il tuo nuovo CV

Scrivere un CV può essere spesso piuttosto impegnativo. Un buon CV attirerà probabilmente l’attenzione di un datore di lavoro, questo è certo. Ma un ottimo CV ti aiuterà a distinguerti dalla concorrenza e a metterti nella rosa dei candidati.

Quindi, cosa devi fare per avere un ottimo curriculum? Devi redigere un documento che sia efficace quando qualcuno lo scansiona velocemente e anche quando lo esamina attentamente. Il tuo CV dovrebbe essere un documento che racconta la tua storia. Mettiti nei panni del lettore (o reclutatore) e chiediti: quali domande si farebbero su di te? Quindi, rispondi in modo proattivo alle tue domande e non lasciare nulla a supposizioni.


Ecco a te cinque consigli per scrivere un CV che stupirà i recruiter, e che ti aiuterà a distinguerti dalla grande massa aumentando le possibilità di ricevere una convocazione a colloquio.

 

Cerca di “ritagliare su misura” il CV in base al lavoro per cui ti candidi 

Anche se può sembrare un sacco di lavoro non necessario, dovresti dedicare del tempo a personalizzare il tuo curriculum in base a ciascun datore di lavoro, agli obiettivi e ai requisiti del lavoro. Ciò aumenterà le tue possibilità di essere notato.

Dovrai quindi effettuare una ricerca preventiva sul tipo di lavoro cui andrai incontro e personalizzare il CV in base a questo. Per un lavoro creativo ad esempio potresti pensare di optare per un curriculum più colorato (senza esagerare) o con un layout particolare. Per un lavoro di finanza, economia, o semplicemente impiegatizio, meglio optare per un curriculum più essenziale e monocromatico.

 

Dimostra la tua personalità

Sei più di un semplice curriculum. I migliori recruiter prendono seriamente in considerazione la personalità quando assumono, quindi lascia che il tuo CV brilli. In parte, questo significa rilassarsi durante il colloquio, mostrare entusiasmo e parlare delle proprie idee, successi e obiettivi. Ma significa anche fornire collegamenti ai tuoi profili dei social media sul curriculum. Sii in anticipo con tutte le informazioni che i team di reclutamento stanno cercando.

 

Presta attenzione alle parole chiave

Non stiamo dicendo che dovresti includerne una in ogni frase, ma stiamo dicendo che dovresti tenere a mente le parole chiave mentre scrivi il tuo CV.

Questo perché molti datori di lavoro utilizzano parole chiave per cercare candidati, spesso inserendole nell titolo di lavoro per cui stanno assumendo, insieme ai requisiti e ai doveri coinvolti. E se il reclutatore utilizza un ATS, l’utilizzo di parole chiave è ancora più importante.

Quindi, per assicurarti di impressionare il datore di lavoro, controlla sempre la descrizione del lavoro e il sito web dell’azienda per parole e frasi specifiche che il datore di lavoro potrebbe cercare. Questo potrebbe variare dallo sfruttare al meglio i sinonimi in modo da poter coprire una gamma di diversi titoli di lavoro (ad es. Assistente al dettaglio, Consulente alle vendite, ecc.), all’essere specifico del settore con la tua terminologia e ampliare le eventuali qualifiche che potresti avere.

 

Utilizza descrizioni proattive

È facile dire che sei bravo in qualcosa, ma come provarlo? Questo può essere un po’ più complicato.

Per assicurarti di fornire esempi tangibili per ogni abilità che menzioni, usa sempre il modello STAR. Dopo aver identificato la “Situazione”, “Compito”, “Azione” e “Risultato” relativo ad un certo lavoro, formula il tutto in un breve elenco puntato, incluso come hai ottenuto il risultato e come le tue azioni hanno affrontato la situazione e il compito iniziali. Questo ti aiuterà a comunicare i punti chiave in modo chiaro e conciso all’interno della sezione dei dettagli del lavoro del tuo CV.

 

Crea un portfolio personale

Se vuoi impressionare un recruiter, il modo più veloce è mostrare piuttosto che raccontare, come già detto. Se stai cercando un lavoro nel design o nell’arte, metti insieme un portfolio che mostri il meglio del tuo lavoro, e inseriscilo nel CV tramite link esterno.

Ricorda, non è necessario inserire tutto ciò che hai fatto nel tempo. Scegli soltanto alcuni fatti significativi che dimostrino l’ampiezza e la portata delle tue abilità e conoscenze. Creare un sito web significa poter inserire altri esempi del proprio lavoro. Questo è utile se vuoi impressionare un reclutatore e dargli un’idea migliore del tuo bagaglio di esperienze.