Spese familiari, aumenti fino a 700€: come risparmiare in casa

Aumentano le spese familiari, in un momento in cui il portafoglio delle famiglie soffre già a causa della crisi economica provocata dall’emergenza sanitaria. In casa, poi, le spese devono fare i conti con le bollette e con gli incrementi dei costi relativi all’energia elettrica e al gas. Come se non bastasse già questo, alla lista delle cattive notizie si aggiungono anche i rincari sul prezzo della benzina. Vediamo dunque i dati e i consigli per risparmiare in ambito domestico.

 


Gli aumenti e la situazione attuale in Italia

Aumentano luce, gas e benzina, e a farne le spese sono ovviamente i conti in banca degli italiani. Se si fa riferimento ai dati, si scopre un incremento complessivo della spesa intorno ai 700 euro per famiglia in Italia, e si tratta di cifre per certi versi clamorose. Hanno indubbiamente pesato gli aumenti comunicati il 1° ottobre dall’ARERA, ma anche la benzina ha avuto un suo peso importante, con una crescita del 25% rispetto all’anno passato. Proprio per questo motivo, conviene capire immediatamente quali sono le possibili soluzioni per contenere le spese, e per affrontare questi rincari.

 

Come risparmiare in casa?

Innanzitutto, bisogna capire che l’energia è un bene prezioso e che non bisogna sprecarla. Di conseguenza, bisogna agire immediatamente per ridurre gli sprechi domestici, ad esempio evitando di tenere accese le luci quando non servono, e ricordandosi di spegnerle quando si esce di casa. Le lampadine LED possono dare una grande mano d’aiuto, dato che consumano di meno rispetto a quelle classiche.

Inoltre, il passaggio al mercato libero può permettere di risparmiare ulteriormente sui costi in bolletta, riuscendo a ridurre l’impatto degli aumenti rispetto a chi fa ancora parte del mercato a maggior tutela. Online è possibile consultare le diverse pagine dei fornitori e valutare quali sono le offerte migliori, come nel caso di quella per luce e gas di Wekiwi, che offre la possibilità di monitorare i consumi tramite app per smartphone.

In secondo luogo, è il caso di proteggere l’abitazione dalle fughe di calore, soprattutto adesso che i termosifoni peseranno parecchio in bolletta. Si può ad esempio installare un cappotto termico, oltre all’utilizzo degli infissi termoisolanti. Per quel che riguarda il gas, si può ricorrere a soluzioni di ultima generazione come i termostati smart, che danno la possibilità di regolare le temperature ambiente per ambiente, e stanza per stanza, così da poterle abbassare all’occorrenza. Poi bisogna fare attenzione all’utilizzo degli elettrodomestici che consumano maggiori quantità di energia, come il frigorifero, il forno, la lavatrice e la lavastoviglie, oltre ovviamente alle pompe di calore. Attenzione anche in cucina, dato che qui si tende spesso a sprecare molto gas, cucinando sui fornelli grandi senza una reale necessità, e non coprendo le pentole quando si fa bollire l’acqua.