A Gaeta due serate tra letture e musica con l’Associazione “Viaggiarte”

Hans Georg Gadamer  affermava che “La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande” ed è probabilmente proprio questo principio che ha guidato l’Associazione “Viaggiarte” nell’organizzare i due reading culturali che hanno ottenuto un successo al di là di ogni aspettativa.
I due appuntamenti fortemente voluti dal Professor Olimpio Di Mambro, cuore pulsante dell’Associazione “Viaggairte” affiancato dalla Professoressa Rossana Esposito, raffinato critico letterario, hanno dato risalto a due autori molto diversi tra loro, ma entrambi legati al territorio del Golfo di Gaeta.
LE FOTO
Il primo reading, nello scenario del Club Nautico di Gaeta, è stato dedicato al ricordo di Carlo Bernari ed al suo capolavoro “Speranzella”, il secondo reading, accolto dalla Pinacoteca Comunale di Gaeta, ha visto come protagonista Franco De Luca, il fotografo e poeta formiano, che ha presentato il suo libro di poesie “Fotodrammi”, edito da DeComporre.
Entrambe le serate sono state animate da due interventi musicali, i “Quartieri Jazz” con la loro coinvolgente musica fatta di contaminazioni tra le sonorità tipiche del jazz manouche e la tradizione napoletana, hanno accompagnato le letture di “Speranzella”, mentre le raffinate sonorità della musica brasiliana del duo chitarra e voce con Mel Freire e Michele Varcasia, hanno intervallato le letture delle poesie di Franco De Luca.       .
Entrambe le serate si sono concluse con una conviviale presso il ristorante “Il Follaro” di Davide Orlando, dove organizzatori, artisti e spettatori, si sono intrattenuti per assaggiare i piatti tipici dell’enogastronomia locale.