Detenzione e spaccio e resistenza a pubblico ufficiale, scattano i domiciliari

Nella serata di ieri, ad Itri carabinieri hanno dato esecuzione al provvedimento dell’Autorità Giudiziaria di Cassino, che disponeva la detenzione domiciliare per un 26 enne di Formia ritenuto responsabile di minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale nei confronti di un militare nonché di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, il 18 luglio scorso, nel comune di Itri, i carabinieri del posto coadiuvati da quelli della compagnia di Formia, al termine di specifica attività d’indagine, avevano denunciato il giovane poiché, al fine di eludere un controllo di polizia mentre era a bordo del proprio mezzo a due ruote, si era dato improvvisamente alla fuga a piedi, colpendo al volto con il casco uno dei militari all’inseguimento, riuscendo così a dileguarsi.


Nel corso della mirata perquisizione effettuata presso la sua abitazione e volta al suo rintraccio, erano stati rinvenuti 582 grammi di hashish (suddivisi in 6 panetti recanti la scritta “2 under armor“), 215 grammi di hashish , 15 grammi di marijuana e 14 grammi di cocaina , nonché materiale atto al confezionamento dello stupefacente, il tutto debitamente sottoposto a sequestro.