Fermo di indiziato per maltrattamenti in famiglia, nei guai uomo di Latina

Nella serata di ieri, a Latina, i carabinieri del comando stazione di Borgo Sabotino a conclusione di particolare attività investigativa davano esecuzione al fermo di indiziato di delitto emesso dal Procuratore aggiunto dott. Carlo La Speranza presso la locale Procura della Repubblica nei confronti di un 33 enne del capoluogo ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia.

Le indagini del personale dell’Arma hanno avuto inizio tempestivamente in conseguenza della denuncia presentata dalla vittima sottoposta a violenze da parte del citato convivente, sino ad essere costretta ad abbandonare con i propri figli, l’abitazione familiare. Le risultanze delle attività di polizia giudiziaria svolte dall’Arma consentivano di acclarare nei confronti del prevenuto, gravi indizi di colpevolezza relativamente al delitto in parola, consentendone l’arresto ed il trasferimento presso la casa circondariale di Roma – Regina Coeli.


L’operazione di Polizia Giudiziaria conclusasi nel più breve tempo possibile, grazie anche alla sensibilità della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina, rientra nella complessa strategia di prevenzione e contrasto ai reati di genere, attentamente coordinata dal comandante provinciale Colonnello Lorenzo D’Aloia, che ha dato massimo impulso ai comandi dipendenti affinché i soggetti coinvolti in queste drammatiche vicende siano tutelati adeguatamente, predisponendo servizi e strutture di protezione per le vittime e la necessaria fermezza verso i persecutori, ottimizzando i tempi e le modalità delle indagini.