Presunti errori nelle liste degli aventi diritto al voto: le precisazioni del Comune

Il Comune di Latina: "Solo in un file consegnato a un candidato che ne aveva fatto richiesta era inizialmente saltato un filtro e risultavano inseriti anche deceduti, emigrati e cancellati a vario titolo"

In riferimento alla notizia emersa nel pomeriggio su alcune testate online relativamente alla presunta “scomparsa” di 13.288 elettori dalla lista degli aventi diritto al voto, si precisa che non vi è traccia di errore nelle liste ufficiali degli aventi diritto al voto relative alle Comunali 2021“.

E’ quanto comunicato dall’ufficio stampa del Comune di Latina in una nota trasmessa nella prima serata di ieri, lunedì 27 settembre.


“Come è noto, i candidati e altri aventi diritto possono richiedere estrazione dei dati relativi agli aventi diritto al voto come disciplinato in delibera di Giunta Comunale 182/2009.

Il Comune di Latina

La differenza di 13.288 elettori è emersa per un mero errore materiale commesso in sede di rilascio dati a uno dei candidati. Esclusivamente in quella circostanza, infatti, il filtro di estrazione non ha restituito il corpo elettorale attivo e aggiornato all’ultima tornata della revisione dinamica straordinaria, bensì un dato storico comprendente emigrati, deceduti e cancellati a vario titolo dalle liste elettorali.

Prova ne è che già la rilevazione semestrale ultima (l’Ufficio Elettorale fornisce regolarmente al Ministero dell’Interno la statistica del corpo elettorale) consultabile attraverso il motore di ricerca disponibile al link https://dait.interno.gov.it/elezioni/rileseme/index_ricerca.php riportava il dato totale di 106.025 elettori.

Ulteriore prova è data dal fatto che l’Ufficio elettorale del Comune di Latina aveva correttamente comunicato al Ministero dell’Interno il corpo elettorale al 45° giorno antecedente il giorno delle elezioni (verificabile pubblicamente al link https://dait.interno.gov.it/documenti/elenco-enti-amministrative-2021-reg-statuto-ordinario.pdf) che indica il numero di elettori in 106.882 (ben lungi dai 120.379 indicati nell’articolo).

Si è trattato dunque di un mero errore materiale commesso esclusivamente nel momento in cui è stato estratto il file consegnato al candidato. Errore che è stato subito rettificato con la consegna al richiedente di un secondo file assolutamente corretto“.