Guardia Costiera nel Lazio, si punta a un Ferragosto in sicurezza

Anche quest’anno, come di consueto, la Direzione marittima di Civitavecchia ha predisposto un articolato dispositivo di vigilanza a tutela della sicurezza dei bagnanti e dei diportisti che hanno scelto le coste del Lazio per trascorrere il weekend di Ferragosto. Lungo i 361 km del litorale che si estende da Montalto di Castro a Minturno, i 17 uffici dei 3 Compartimenti marittimi regionali (Civitavecchia, Roma-Fiumicino e Gaeta) impiegheranno 28 mezzi navali del Corpo dislocati nei porti e negli approdi di giurisdizione sotto il coordinamento del 3° Centro di soccorso marittimo di Civitavecchia. 151 i militari che opereranno da terra nell’ambito dell’operazione “Mare sicuro” che, da oltre trent’anni, salvaguarda la vita umana in mare durante la stagione balneare, contribuendo a che anche il Ferragosto sia trascorso in sicurezza e serenità.

Dall’inizio dell’estate già 41 sono stati gli interventi di ricerca e soccorso marittimo effettuati, con 98 persone tratte in salvo e 33 unità navali soccorse. E di ben 13.908 mq è l’ampiezza complessiva delle aree di pubblico demanio marittimo occupate con attrezzature balneari senza le necessarie concessioni e restituite dai militari della Guardia Costiera alla libera fruizione. In particolare nel Compartimento marittimo di Gaeta, dove il deprecabile fenomeno del “preposizionamento” di ombrelloni e sedie senza autorizzazione si manifesta maggiormente a danno del diritto dei bagnanti a fruire delle spiagge libere, ma anche dei tanti imprenditori ligi alle regole.


132 inoltre i “Bollini blu” già rilasciati a quei diportisti che hanno fatto richiesta di certificare preventivamente che le proprie unità siano in possesso delle prescritte dotazioni di sicurezza e rispettose delle regole di navigazione.

Su altro versante, quello portuale, sempre alta è l’attenzione prestata dai nuclei nostromi per garantire la regolarità e la sicurezza delle operazioni di imbarco e sbarco delle navi traghetto e delle decine di migliaia di passeggeri che transitano dai porti. Un servizio, particolarmente apprezzato dall’utenti e operatori, che, a Civitavecchia, per il rilievo del porto ed il significativo numero di “accosti”, è assicurato per 24 ore, sette giorni su sette.

Rilevante infine l’impegno che sarà garantito affinché domenica 15 si tengano in sicurezza le tradizionali processioni a mare dell’Assunta, spesso seguite da numerose imbarcazioni di fedeli. A Fiumicino, dove, in particolare, è prevista la partecipazione del Vescovo, Mons. Gianrico Ruzza, ma anche a Santa Marinella e a Montalto di Castro, le locali Capitanerie di porto hanno predisposto dedicati dispositivi di vigilanza interforze, a riprova del consolidato ed efficace coordinamento sperimentato da tempo instaurato con gli Organismi/Forze di polizia dotati di assetti navali.

Ad ogni modo sempre attivo, anch’esso per le 24 ore, 7 giorni su 7, è il numero per le emergenze in mare “1530” per contattare il più vicino ufficio della Guardia Costiera e attivare con immediatezza il personale e i mezzi navali del Corpo delle Capitanerie di porto per esigenze di sicurezza in mare.