Camping Sant’Anastasia: tutti negativi al molecolare, revocata l’ordinanza

Il palazzo comunale di Fondi

È stata revocata oggi l’ordinanza sindacale emessa in via precauzionale lo scorso giovedì 29 luglio dal primo cittadino di Fondi Beniamino Maschietto a seguito dei contagi rilevati all’interno del camping Sant’Anastasia.

Le persone risultate positive al test antigenico rapido effettuato lo scorso lunedì nell’ambito del maxi screening che ha interessato l’intera struttura ricettiva, alcune delle quali vaccinate, sono infatti risultate negative ad un successivo test molecolare.


A seguito del sopralluogo effettuato dal dipartimento di prevenzione, la Asl ha stilato una dettagliata relazione nella quale ha espresso parere favorevole in merito alla revoca delle restrizioni vigenti.

Da oggi, quindi, la vita all’interno del camping torna alla normalità. Naturalmente, come previsto in zona bianca, dovrà essere rispettato il distanziamento sociale durante gli spettacoli, nei ristoranti e nei luoghi pubblici.

Si specifica, altresì, che il campeggio non è mai stato chiuso e neppure dichiarato zona gialla o rossa come riportato su alcune testate giornalistiche. Le disposizioni emanate, in un’ottica di prevenzione e tutela della salute pubblica, hanno riguardato, per sette giorni, solamente piscina, spettacoli e attività di ristoro presso le quali è stato privilegiato l’asporto.

I gestori, come da documentazione pervenuta ad Asl e Comune, hanno fatto sanificare da una ditta specializzata tutti i locali e i servizi della struttura ricettiva: ristorante, bagni, piscina, alloggi, camere, magazzini, bazar, piano bar, supermarket, edicola e spazi comuni.