Gaeta, weekend in sicurezza grazie alla Guardia Costiera

Il week-end appena trascorso, caratterizzato dal bel tempo e da temperature elevate, si è caratterizzato per una notevole affluenza sulle spiagge e negli specchi acquei antistanti il litorale del sud pontino. Le pattuglie terrestri e le unità navali della Guardia Costiera di Gaeta, sono state impegnate lungo tutto il litorale di competenza nei controlli dell’operazione “Mare sicuro”, per garantire la sicurezza di bagnanti e diportisti nonché il corretto espletamento delle attività balneari.

Nelle prime ore del pomeriggio, una motovedetta della Guardia Costiera di Gaeta è state impiegata lungo il tratto di mare antistante il Comune di Formia per prestare assistenza a un natante a vela incagliato con 2 persone a bordo. I militari della Guardia Costiera intervenuti, accertato il buono stato di salute delle persone, hanno assistito al recupero della barca, a cura dei locali ormeggiatori, fino all’ormeggio nel porto di Formia.

Nell’ambito dei controlli effettuati sul demanio marittimo dalle pattuglie terrestri, diversi sono stati i verbali amministrativi, il cui ammontare della sanzione è pari a 1032 euro ciascuno, elevati per inosservanza delle prescrizioni di sicurezza: sono state infatti sanzionate diverse strutture balneari nei Comuni di Gaeta e di Minturno per l’assenza del bagnino di salvataggio nonché per aver omesso di segnalare mediante galleggianti di colore bianco o apposita cartellonistica il limite delle acque sicure (1,60 metri) e di delimitare la zona di mare riservata alla balneazione con gavitelli bianchi posizionati a 200 metri dalla linea di battigia, come previsto dall’Ordinanza di sicurezza balneare della Capitaneria di porto di Gaeta, consultabile sul sito istituzionale della Guardia Costiera.

Di particolare rilievo, inoltre, le attività di contrasto all’illecito uso del demanio marittimo effettuata dal personale dipendente sul litorale di Scauri, all’esito delle quali sono state sanzionate delle strutture balneari che, contrariamente a quanto autorizzato, avevano pre-posizionato le proprie attrezzature balneari (lettini e ombrelloni) ben prima dell’arrivo dei clienti, sottraendo pertanto un tratto di arenile alla libera fruizione ed occupando abusivamente il demanio pubblico. In particolare è da sottolineare che l’attività svolta dal personale dipendente nel Comune di Minturno è frutto della sinergia con il personale del Commissariato della P.S. di Formia e della Polizia Locale di Minturno.

Il complesso delle sanzioni amministrative comminate nel corso dei vari controlli, ha raggiunto la cifra di circa 12000 euro.

Si ricorda che è attivo su tutto il territorio nazionale il numero per le emergenze in mare “1530”.