Terrorismo, bloccato a Terracina un tunisino evaso in Francia

E’ stato rintracciato dagli agenti della Polizia di Stato in un appartamento a Terracina grazie ad una complessa attività investigativa condotta dalla Digos della Questura di Latina e da personale specializzato del Servizio per il contrasto all’estremismo e terrorismo esterno della Direzione centrale della Polizia di prevenzione/Ucigos.

Si tratta di un cittadino tunisino 40enne residente in Francia che, dopo essere evaso da un centro psichiatrico lo scorso 29 maggio, è entrato in territorio italiano.

L’uomo è indagato per apologia di terrorismo e minacce aggravate, nonché per reati contro la persona e in materia di stupefacenti, ed indicato dalle autorità francesi come soggetto pericoloso.

Grazie al lavoro della Sala operativa internazionale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (Scip), l’uomo è stato individuato grazie ad una serie di email minatorie da lui inviate all’Ispettorato generale di polizia nazionale francese.

Le email contenevano minacce all’indirizzo dei “francesi e delle loro istituzioni” e nelle stesse l’uomo sosteneva di voler “porre fine alla propria vita uccidendo la gente”. Le indagini hanno consentito di circoscrivere il luogo da cui le missive elettroniche erano state trasmesse, permettendo agli uomini della Digos di Latina e della Dcpp/Ucigos di individuare il suo nascondiglio.

L’uomo è stato condotto in sicurezza presso il Centro di Cooperazione di Polizia internazionale di Modane, in Francia.