Cliente insoddisfatto per la cottura della carne, scoppia una lite violenta

Una banale lite all’interno di un ristorante, degenerata in modo violento tra il ristoratore ed un cliente, ha portato gli agenti del Commissariato Distaccato di Cisterna a denunciare entrambi per lesioni e minacce, nonché una amica dell’avventore per furto.

Il tutto ha origine dalle lamentele del cliente circa il grado di cottura della carne appena servita, non accettate dal ristoratore, cui ha fatto seguito un violento parapiglia tra i due uomini.

Inoltre una amica dell’avventore nel tentativo di riportare la calma si è offerta di saldare immediatamente il conto ma, una volta giunta in cassa, ha pensato bene di appropriarsi del telefono cellulare di uno dei proprietari del locale, occultandolo nella sua borsetta.

Il titolare, accortosi della mossa furtiva della donna, ha richiesto l’intervento dei poliziotti che, visionati i filmati delle telecamere di sorveglianza, hanno riscontrato la colpevolezza della donna e restituito il telefono al legittimo proprietario.