Lite tra marito e moglie, i carabinieri sequestrano le numerose armi dell’uomo

Prosegue l’attività disposta dal Comandante provinciale Colonnello Lorenzo D’Aloia, sul territorio pontino, finalizzata al rispetto delle normative previste dal T.U.L.P.S. in materia di armi, al fine di prevenire la recrudescenza di delitti commessi con l’utilizzo illegale delle stesse.  

In particolare nella giornata di oggi, Terracina, i carabinieri del locale Comando stazione, intervenuti per una lite in famiglia tra due coniugi, hanno proceduto in via prudenziale al ritiro cautelativo delle numerose armi da fuoco detenute legalmente dal marito, una pistola semiautomatica e sei fucili da caccia.