‘Storia d’Italia del calcio e della Nazionale’, a Roccagorga la presentazione del libro di Mauro Grimaldi

Si riparte con le presentazioni in presenza: il 2 giugno alle ore 17:30 a Roccagorga (Piazza VI Gennaio)

‘Storia d’Italia del calcio e della Nazionale’, a Roccagorga la presentazione del libro di Mauro Grimaldi

Storia d’Italia del calcio e della Nazionale. Uomini, fatti, aneddoti (1850-1949) è stato un successo di pubblico e di critica, ma non abbiamo mai potuto portarlo in giro per le piazze d’Italia a causa delle restrizioni dovute al Coronavirus. I nostri tour sono ripartiti ed è dunque con grande gioia che annunciamo la presentazione del libro del nostro Mauro Grimaldi.

 

L’appuntamento è mercoledì 2 giugno alle ore 17:30 presso Piazza VI Gennaio, nel Comune di Roccagorga. Oltra all’autore e al Direttore editoriale di LabDFG, Giovanni Di Giorgi, interverrà l’Amministrazione Comunale nelle persone del Sindaco Nancy Piccaro e del Vicesindaco Mario Romanzi. Porteranno i loro saluti l’Assessore alla Cultura Annamaria Polidori e l’Assessore con delega allo sport Pio Palombi. A moderare l’evento il giornalista Fabio Benvenuti. Durante la presentazione saranno esposti anche alcune memorabilia della Nazionale Azzurra, tra cui quella di Fabio Cannavaro, grazie alla collaborazione di LabDFG con la Mostra itinerante Un secolo d’Azzurro.

 

È sempre un piacere per la nostra Amministrazione comunale presentare i libri di LabDFG, perché si distinguono per la qualità dei loro prodotti”, ha detto il Vicesindaco Mario Romanzi. “Inoltre, il 2 giugno per noi rocchigiani coincide non solo con la Festa della Repubblica, ma anche con la Festa del Patrono; quest’anno abbiamo voluto creare un momento culturale all’interno di questa ricorrenza. Un libro che parla di sport e della sua funzione sociale rappresenta un’ottima anteprima con avvicinarsi degli Europei”.

 

Proprio in vista degli Euro2020 ripercorriamo gli anni d’oro della Nazionale italiana di Pozzo, quella che vince i Mondiali del 1934 e del 1938 e le Olimpiadi del ’36, e che vive una battuta d’arresto solo con la tragica scomparsa di tutta la squadra del Grande Torino nella strage di Superga. Il calcio non è uno sport come gli altri ma un collettore di interessi, che incide fortemente anche sulla sfera economica del nostro Paese. Il calcio è parte integrante della nostra cultura, è radicato nei nostri costumi.

 

La maglia azzurra della Nazionale è una delle icone più rappresentative di questo fenomeno. Chi non ricorda la corsa sul campo del Bernabeu di Marco Tardelli nella finale mondiale del 1982? Chi non ricorda Fabio Cannavaro che solleva verso il cielo la coppa del mondo nel 2006? È una storia infinita che va avanti da oltre un secolo e che anche in Italia ha emozionato milioni di persone; come l’addio di Francesco Totti alla Roma che è stato uno degli eventi più sentiti degli ultimi anni, complice anche la cassa di risonanza dei social media.

 

Storia d’Italia del calcio e della Nazionale. Uomini, fatti, aneddoti (1850-1949) è infatti il primo di tre volumi dedicati allo sport più amato di sempre. In uscita a giugno, sempre per i tipi di LabDFG, anche il secondo volume, che riparte dall’anno successivo la tragedia di Superga, il 1950, arrivando fino al 1998.

 

 

 

 

Il Libro

 

Il libro, frutto di oltre venti anni di ricerche effettuate dall’autore, segue un percorso narrativo sulla storia del calcio e della Nazionale italiana, letta attraverso i principali eventi che hanno interessato la storia del nostro Paese: dall’Unità d’Italia fino alla prima metà del XX secolo offrendo, contestualmente, una lettura parallela della nascita e dello sviluppo del calcio come fenomeno sociale e sportivo. Dal nuovo modello sociale influenzato dalla Rivoluzione industriale inglese all’arrivo delle prime comunità anglosassoni con i loro hobby, tra cui il football moderno. Dall’approdo dei primi palloni sulle coste italiane, allo sport come provvidenziale “collante” per la propaganda fascista, fino a toccare pagine drammatiche della storia sportiva e umana con la strage di Superga nel 1949.

 

L’autore

Mauro Grimaldi è uno dei massimi dirigenti sportivi del calcio italiano, oltre ad essere un giornalista e scrittore. Ha ricoperto vari ruoli nel mondo dello sport tra cui quello di Segretario Generale della Lega Dilettanti e Vicepresidente vicario della Lega Italiana Calcio Professionisti. Attualmente è Consigliere Delegato della Federcalcio servizi. Come autore ha pubblicato diverse opere sulla storia del calcio. Ha vinto il Premio selezione Bancarella Sport nel 2000 e 2014, una menzione speciale sempre al Bancarella Sport nel 2013, Premio Gabriele Sandri per la letteratura sportiva nel 2015 e Premio Racalmare Leonardo Sciascia per l’editoria dell’infanzia nel 2019.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]