Tombaroli in Toscana, condannati in via definitiva due pontini

Tombaroli in Toscana, condannati in via definitiva due pontini

Accusati di essere dei tombaroli, due pontini sono stati condannati in via definitiva.

Si tratta di un 56enne di San Felice Circeo e di un 53enne di Sabaudia.

I due vennero bloccati dai carabinieri il 9 gennaio 2013 nell’area archeologica etrusca di Roselle, a Grosseto, entrambi muniti di metal detector e di una piccola zappa.

Processati dal Tribunale di Grosseto, sono stati condannati per tentato impossessamento illecito beni archeologici a tre mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena.

Una sentenza confermata prima dalla Corte d’Appello di Firenze e ora dalla Cassazione.

L’area archeologica di Roselle è un sito etrusco, nel quale sono stati rinvenuti monumenti e reperti di enorme rilevanza, e i giudici hanno evidenziato che gli imputati non hanno fornito alcuna spiegazione in ordine alla loro presenza sul posto, o alla disponibilità in quel contesto dei precisati strumenti di ricerca e di scavo.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]