Festa ‘fantasma’ nel tempio, i Sikh di Fondi: “Falso, comunità offesa”

Festa ‘fantasma’ nel tempio, i Sikh di Fondi: “Falso, comunità offesa”

“Un’informazione completamente falsa e non corretta. L’assemblea dei soci e tutta la comunità si è sentita offesa”. A parlare sono i Sikh della Piana di Fondi, che puntano il dito contro una notizia apparsa di recente a mezzo stampa ed inerente una sorta di festa ‘fantasma’: sarebbe stata attenzionata dall’Asl nell’ambito degli screening legati ai contagi da Covid-19, generando forte preoccupazione, ma gli interessati smentiscono con decisione. In particolare per quanto riguarda l’effettivo numero di partecipanti.

“Si riporta che nel tempio Sikh si sono riunite circa 200 persone per celebrare un evento religioso a cui erano presenti due persone positive che vivono nella struttura”, ricostruiscono dal luogo di culto di via Capocroce, gestito dall’associazione Gurudwara Sahib Singh Sabha ed attorno a cui gravitano oltre 500 fedeli. Eppure, la situazione reale sarebbe stata tutt’altra: “In quel momento, nonostante l’evento fosse veramente importante, si trovavano nella struttura massimo 7 persone circa in quanto, per gestirla al meglio, l’assemblea dei soci sta adottando regole conformi alle normative Covid-19 rinunciando alla celebrazione di tutte le festività religiose e rispettando tutti i regolamenti per sconfiggere la pandemia”. Senza contare, sostengono i Sikh attraverso Gurmukh Singh, presidente della Comunità indiana del Lazio, che i due positivi succitati non vivono nel tempio, dove risiederebbe unicamente la loro guida spirituale.

“L’11 maggio sono stati sottoposti a tamponi molecolari 550 cittadini indiani nella città di Fondi, e sono risultate positive solo poche persone”, sottolineano poi dall’associazione, cercando di scansare dati alla mano ogni possibile allarmismo relativo alla comunità di riferimento. “Stiamo passando una pandemia che tocca tutti, perciò crediamo che sia necessaria la collaborazione di tutti per sconfiggere il Covid e non approfittare della situazione per poter criticare le piccole comunità”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]