Polemiche e accuse politiche sui parchi pubblici: è scontro maggioranza-Fondi Vera

Foto archivio

Puntuale come l’orologio delle polemiche politiche arriva la controreplica alla controreplica e le accuse incrociate maggioranza-opposizione sui parchi pubblici diventa una vera e propria fiction a puntate.


Per contestualizzare la vicenda: il movimento politico di minoranza Fondi Vera con una nota aveva denunciato lo stato di abbandono di alcuni parchi pubblici, sia comunali che regionali, chiedendo all’Amministrazione di intervenire per aprirli nel più breve tempo possibile.

Di qui la replica delle forze politiche di maggioranza consiliare rispondenti ai gruppi di Forza Italia, Io Si, Litorale e Sviluppo Fondano, Democrazia Cristiana e Noi Per Fondi che avevano tuonato sulla scarsa attenzione del consigliere comunale di Fondi Vera Francesco Ciccone.

Proprio lo stesso movimento di Fondi Vera, però, non c’era stato e aveva rincarato la dose con tanto di reportage fotografico per testimoniare che la maggior parte dei parchi – non solo comunali – erano chiusi e in stato di abbandono.

Ma a quelle parole, hanno fatto seguito ancora le forze politiche di maggioranza con una lunga nota al vetriolo contro il consigliere comunale Francesco Ciccone ribattezzato il “consigliere fotografo”.

Di seguito il testo integrale della nota delle forze di maggioranza.

“Prendiamo atto del reportage fotografico sulle aree giochi nel Comune di Fondi che il Consigliere Ciccone ha voluto condividere sui social e dalle quali, purtroppo, abbiamo preso atto che ancora non si è reso conto di come stanno effettivamente le cose.

È evidente che il citato consigliere, “infastidito” dalla nostra precisazione, non si è reso conto di aver fatto con il suo reportage ulteriore confusione per sé stesso (cosa che poca ci interessa) ma soprattutto per i nostri concittadini ai quali insistiamo perché sappiano come stanno le cose.

Peccato che abbia fotografato un solo parco comunale nell’orario di apertura mentre per gli altri parchi comunali lo ha fatto negli orari di chiusura ben visibili nelle rispettive tabelle affisse, non fotografate.

Ebbene il consigliere fotografo, pur di non ammettere di aver probabilmente preso un abbaglio, non solo ha fotografato i parchi comunali negli orari di chiusura ma ha confuso le aree di proprietà comunale con quelle di proprietà regionale per le quali il Comune non ha alcuna competenza.

Per semplificare ed essere più chiari precisiamo che le aree di proprietà comunale (Maria Pia di Savoia, Nicholas Green, Palazzetto dello sport) sono tutte aperte tranne il Parco “Giovanni Falcone”, per il quale come già anticipato il soggetto affidatario (Astrolabio) sta completando le operazioni di manutenzione e messa in sicurezza dopo il lungo periodo di chiusura per pandemia.

Diversamente dovrebbe sapere il consigliere Ciccone che le altre aree da lui fotografate (Area Fitness Tempio di Iside, Parco Settecannelle, Villa Placitelli e Villa Cantarano) sono tutte di proprietà della Regione Lazio e affidate in uso ai due Parchi regionali Ausoni e Aurunci, ai quali il Comune di Fondi più volte ha chiesto di tenerle aperte, dichiarandosi disposto anche ad una gestione condivisa. Vorremmo ricordare che l’Area Fitness Tempio di Iside è stata realizzata con il contributo economico del Comune di Fondi che, in attesa di definire un accordo per la sua riapertura, ha nel frattempo anche installato a sue spese un impianto di videosorveglianza, già funzionante, per contrastare gli atti vandalici purtroppo spesso registrati negli anni.

Probabilmente se il consigliere Ciccone avesse chiesto chiarimenti al Sindaco o agli Assessori di riferimento o ad altri consiglieri di minoranza avrebbe saputo che in merito a tutte le proprietà regionali nel territorio comunale è in corso una interlocuzione diretta con la Regione Lazio che recentemente, anche in ragione della nostra sollecitazione, ha stabilito che gli immobili di sua proprietà, concessi in uso agli Enti Parco, possono a loro volta essere concessi anche ai Comuni e Associazioni, nel rispetto di determinate condizioni, per una migliore fruibilità.

Non è nostra intenzione voler polemizzare ma non si può tacere di fronte a notizie distorte e non veritiere, come quella di dichiarare chiuso ad esempio il Parco Nicholas Green quando invece non solo è aperto, ma il soggetto convenzionato (Parrocchia San Paolo) ha già organizzato eventi come la giornata sull’educazione stradale in collaborazione con la Polizia Locale.

Cogliamo l’occasione per ricordare a tutti i nostri concittadini che pur essendo le aree all’aperto le più sicure, bisogna sempre avere la massima attenzione e raccomandiamo il massimo rispetto delle norme anticovid, sempre più convinti di aver fatto la scelta giusta nell’attendere, per la riapertura, che la nostra Regione tornasse ad essere zona gialla.”

Lo comunicano in una nota i Consiglieri di maggioranza: Forza Italia, Io Si, Litorale e Sviluppo Fondano, Democrazia Cristiana e Noi Per Fondi