“Tacchi a spillo”, il Covid manda in crisi pure la prostituzione

“Tacchi a spillo”, il Covid manda in crisi pure la prostituzione

Il Covid ha mandato in crisi anche il mercato della prostituzione a Latina.

Il particolare emerge dall’inchiesta denominata “Tacchi a Spillo“, culminata nelle tre misure cautelari eseguite dalla squadra mobile, che ha messo ai domiciliari Daniele Sciotti e notificato l’obbligo di firma al padre Teodoro e alla madre Patrizia Giammatteo, accusati appunto di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

In una conversazione intercettata tra Sciotti e la nonna, quest’ultima indagata a piede libero, parlando delle giovani a cui erano stati dati in affitto gli appartamenti e che erano in ritardo con i pagamenti, il giovane sostiene che a causa del virus le ragazze stanno andando via: “Mo queste qua stanno a andà tutte via co sta paura de sto virus. Non lavorano più co sto virus”.

La nonna: “A ndo vanno che non ce sta…sta dappertutto”.

E lui: “Eh però non lavorano nò…come janna a pagatte”.

L’anziana: “Ah ecco pe questa”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]