Fondi, l’opposizione chiede un consiglio straordinario

Uno degli episodi di auto a fuoco

Attraverso una nota urgente all’attenzione del Sindaco e del Presidente della massima assise, a Fondi le forze di opposizione hanno richiesto una seduta straordinaria di consiglio comunale. In allegato alla richiesta – a firma dei consiglieri Franco Cardinale, Francesco Ciccone, Tiziana Lippa, Stefano Marcucci, Luigi Parisella, Salvatore Venditti e Luigi Vocella – anche un corposo ordine del giorno.

Ad iniziare da una relazione del sindaco Beniamino Maschietto sull’individuazione di un sito di stoccaggio rifiuti in un’area nel territorio provinciale. C’è poi la proposta di istituzione di una commissione consiliare sulla Sicurezza urbana (promessa dalla maggioranza nel Programma Elettorale), “sostenuta da tutti i consiglieri di opposizione ed indubbiamente importante in considerazione degli accadimenti degli ultimi mesi in città“.


Non solo. Nella lista figurano una mozione sulle proposte per le riaperture delle attività e dei settori maggiormente colpiti dalla crisi – promossa da Fratelli d’Italia con il suo capogruppo Marcucci con l’adesione dei consiglieri Tiziana Lippa e Luigi Vocella – e una mozione relativa alla stabilizzazione del personale del Consorzio di Bonifica Sud Pontino di Fondi, prodotta da Fondi Vera attraverso il suo Capogruppo Ciccone. Ci sono poi due mozioni a firma di Camminare Insieme con il suo capogruppo Salvatore Venditti: la prima per la Giornata Internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, ed una panchina arcobaleno in città per sensibilizzare la comunità sul tema, la seconda per una strada per ricordare le vittime sul lavoro.

“Tematiche di stretta attualità e questioni di assoluta urgenza”, sottolineano i rappresentanti dell’opposizione, che sperano di trovare la più totale condivisione da parte di tutti gli schieramenti.