Estorsione e usura, assolto il formiano Bencivenga

Assolto perché il fatto non sussiste.

Si è concluso così, davanti al Tribunale di Cassino, il processo al 48enne Francesco Bencivenga, di Formia, arrestato lo scorso anno dal locale commissariato e accusato insieme a un 55enne, quest’ultimo già giudicato con rito abbreviato, di usura ed estorsione ai danni di un imprenditore 57enne del posto.


Il pm aveva chiesto per l’imputato, difeso dall’avvocato Luca Scipione, una condanna a cinque anni e mezzo di reclusione, richiesta caldeggiata dalla parte civile, ma i giudici hanno ritenuto il 48enne innocente.