Acido folico in gravidanza: quali sono i benefici?

Uno dei principali alleati per la formazione del feto durante la gravidanza è sicuramente l’acido folico (vitamina B9). Quest’ultimo, infatti, aiuta il feto a svilupparsi in modo sano e forte, per questo risulta essenziale assumerlo durante la gravidanza.

Ma cos’è l’acido folico? Si tratta di una vitamina che viene assorbita all’interno dell’intestino, nel quale viene semplificata, attivata dal fegato e poi distribuita ai tessuti per la produzione cellulare. Assumere questa sostanza durante la gravidanza è quindi fondamentale per la produzione di globuli rossi e la generazione di cellule nuove.


I benefici dell’acido folico prima e durante gravidanza

Ma perché l’acido folico è così importante durante la gravidanza? La risposta è che l’assunzione di questa vitamina aiuta ad evitare le malformazioni genetiche del feto ed è efficace per il suo corretto sviluppo.

Ma l’assunzione dell’acido folico non risulta essere importante solo nel momento in cui la gravidanza è già in atto, anche chi sta provando a diventare madre avrà dei benefici dall’assunzione di questa vitamina. Chi ha in programma di iniziare una gravidanza, con il consulto del proprio medico, può iniziare ad assumerla qualche settimana prima così da riceverne tutti i benefici.

Come assumere l’acido folico

Pur essendo i folati presenti in diversi alimenti che si possono introdurre nella propria dieta, questi non risultano essere sufficienti per quelli che sono i fabbisogni di una donna in stato interessante. Per questo, si ricorre all’introduzione di specifici integratori, come Sinopol Forte, da affiancare ad una corretta alimentazione. Ma in quali alimenti si può trovare l’acido folico? Principalmente nelle verdure a foglia larga (come lattuga, spinaci e crescione) e nel latte (yogurt e formaggi). Tuttavia, la cottura di questi cibi riduce ulteriormente le quantità di acido folico presente all’interno, per questo la scelta di optare per degli integratori risulta essere quella più idonea

Non solo gravidanza

Il feto e la mamma non sono gli unici a beneficiare delle proprietà della vitamina B9, sono infatti diversi i benefici che questa può recare. Ecco quali sono:

  • L’acido folico e l’anemia

L’acido folico è una molecola che interviene nel processo della sintesi cellulare delle proteine, del DNA e dell’emoglobina. L’emoglobina è essenziale nel trasporto dell’ossigeno e la carenza dell’emoglobina stessa comporta l’anemia. Per questo, la carenza dell’acido folico si manifesta, negli adulti, con l’anemia megalobastica. Di conseguenza, una corretta assunzione di questa vitamina risulta avere dei benefici nella guarigione di questa situazione.

  • La sua funzione contro la depressione

L’acido folico previene la comparsa di disturbi come depressione e deficit mentale, rappresentando così un aiuto psicologico grazie alla capacità di abbassare i livelli ematici di omocisteina. Risulta così essere un ottimo alleato per la mente e per il corretto funzionamento del sistema nervoso.

  • L’acido folico e il cuore

Vi sono delle correlazioni tra gli elevati livelli di omocisteina e l’aumento della probabilità di comparsa di malattie cardiache, vascolari e infarto. Per questo, nella circostanza in cui i valori dell’aminoacido omocisteina dovessero essere elevati, l’assunzione dell’acido folico risulta essere essenziale per ridurne i livelli nel sangue.

Foto di Cindy Parks da Pixabay 22