Nidificazione del falco pellegrino, arrampicate sospese tra Sperlonga e Gaeta

Nidificazione del falco pellegrino, stop alle arrampicate. E’ quanto deciso con una ordinanza dal Parco Riviera d’Ulisse che per l’appunto ha disposto: “la sospensione temporanea, dalla data di pubblicazione della presente ordinanza e fino al 31 luglio 2021, delle attività di avvicinamento mediante elicottero, deltaplano, parapendio, arrampicata libera o attrezzata e qualunque altra modalità lungo le pareti rocciose di Monte Vannellamare rientranti nella ZPS IT6040022 ‘Costa Rocciosa tra Sperlonga e Gaeta’  disponendo in particolare la chiusura di tutte le vie di arrampicata presenti sulle pareti rocciose denominate ‘La Grande Muraglia’ e l’ ‘Avancorpo di Ponente Superiore’ nonché del sentiero che collega la parete denominata “Castello Invisibile” alla parete denominata “Avancorpo di Ponente Superiore” (le aree suddette risultano meglio evidenziate nella cartografia allegata al presente provvedimento di cui è parte integrante e sostanziale)”. 

Sono individuare nella  deliberazione della Giunta Regionale del Lazio 16 dicembre 2011, n. 612 le  misure di conservazione specifiche e attività da favorire per le singole tipologie di habitat caratterizzanti le zps e, in particolare, l’habitat “Ambienti misti mediterranei” per il quale è espressamente previsto, alla lettera b) che “è sospeso nel periodo 1 gennaio – 31 luglio l’avvicinamento mediante elicottero, deltaplano, parapendio, arrampicata libero o attrezzata e qualunque altra modalità a pareti occupate per la nidificazione da …falco pellegrino (Falco peregrinus)…, nella aree di accertata nidificazione”. Una misura importante per la conservazione della specie che tutti sono chiamati a rispettare.


L’Ente Parco Riviera di Ulisse ha assegnato uno specifico incarico ad un ornitologo che ha effettuato una attività di monitoraggio dei rapaci rupicoli  agli inizi della primavera nella ZPS “Costa Rocciosa tra Sperlonga e Gaeta” con il supporto dei guardiaparco. Dallo studio è stata accertata la presenza di coppie nidificanti di Falco pellegrino (Falco peregrinus) e di Corvo imperiale (Corvus corax) nonché dei relativi siti di nidificazione collocati sulle pareti rocciose denominate “La Grande Muraglia” e ”Avancorpo di Ponente Superiore”, nel territorio del Comune di Gaeta. Quindi l’ordinanza a cui seguiranno una serie di controlli.