Europei di canottaggio, soddisfazione per i risultati azzurri

Europei di canottaggio, soddisfazione per i risultati azzurri

“RODINI CAMPIONESSA D’EUROPA
La gialloverde Valentina Rodini è Campionessa Europea nella specialità del “doppio” Pesi Leggeri, insieme a Federica Cesarini delle Fiamme Oro/C.Gavirate.
Le Azzurre dopo l’argento continentale vinto l’anno scorso,  riescono a superare anche l’ultimo gradino del podio e a catapultarsi sul tetto d’Europa.
L’equipaggio italiano gestisce al meglio le sue forze e sin dalle prime palate conquista la testa della gara, relegando le avversarie alla lotta per le altre medaglie.
Una gestione di gara impressionante che vede Gran Bretagna e Olanda provare a incalzare le Azzurre che con freddezza controllano il loro ristretto vantaggio.
È sul finale di gara che l’Italia aumenta il ritmo per consolidare la prima posizione andando a laurearsi Campionesse d’Europa. Argento alla Gran Bretagna e bronzo all’Olanda.

ORO PER IL QUATTRO DI COPPIA SENIOR
I “Cavalieri delle Acque” sono tornati. Giacomo Gentili, Luca Rambaldi, Andrea Panizza e Simone Venier conquistano l’oro europeo in “quattro di coppia”.
Il quartetto gialloverde guidato dall’esperto Simone Venier proveniente dalla Sezione Giovanile, mette in riga gli avversari a partire dall’Olanda Campione del Mondo e d’Europa in carica.
Gli Azzurri sin dalla partenza danzano sull’acqua prendendo subito la testa della gara.
La barca azzurra è bella e vola senza mai esitare. Nel finale l’Olanda ci prova ma, i “quattro cavalieri”, con un gesto tecnico da manuale, proseguono la loro inesorabile cavalcata verso il “tetto d”Europa”. Vince l’Italia, seconda l’Olanda e terza l’Estonia.

ARGENTO EUROPEO PER IL DUE SENZA VICINO-LODO
Medaglia d’argento per il “due senza” di Giuseppe Vicino e Matteo Lodo.
I due gialloverdi si laureano vice campioni europei alle spalle dei rivali storici, i fratelli Sinkovic della Croazia.
Una prova di intelligenza quella messa in gara dagli Azzurri che, nella prima parte di gara, lasciano sfogare tutti gli avversari che tentano in ogni modo di scappare in  avanti. Solamente i campioni in carica croati riescono a prendere il largo ma Peppe e Matteo sono alle loro spalle che attendono il momento giusto per sferrare l’attacco decisivo.
Gli ultimi 500 metri l’imbarcazione azzurra si lancia nel rish finale e si porta con decisione in seconda posizione, recuperando palata dopo palata lo svantaggio accumulato. Sul traguardo vince la Croazia ma l’Italia conquista un argento prezioso che la consacra tra le potenze remiere della specialità. Medaglia di bronzo per la Serbia.”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]