Covid e politica, il Partito comunista lancia il “soccorso rosso”

Covid e politica, il Partito comunista lancia il “soccorso rosso”

La sezione di Gaeta del Partito Comunista implementa il servizio già lanciato nelle scorse settimane: supporto con consulenza sanitaria da una parte e quella di vicinanza ai lavoratori dall’altra: il tutto attraverso l’attivazione di due numeri di telefono.

“Ad un anno dall’inizio della Pandemia di Covid-19 è sotto gli occhi di tutti la catastrofica gestione della stessa da parte prima del governo Conte, e poi del Governo Draghi. La sanità pubblica, dimostratasi l’unico baluardo contro il virus, non è stata minimamente implementata, le multinazionali farmaceutiche lautamente  foraggiate con soldi pubblici per produrre il vaccino, sono in guerra tra loro per la conquista dei mercati, producendo oltre all’endemica carenza di dosi (solo il 6% degli Italiani ad oggi è stato vaccinato) anche un’incertezza sulla loro efficacia nell’opinione pubblica, non si è investito sui medici di base né sull’assistenza domiciliare che avrebbe potuto invece diminuire l’afflusso di pazienti nelle terapie intensive perennemente sature. Sono un milione circa finora i posti di lavoro persi, e molto spesso la sicurezza sul lavoro non viene garantita per moltissime categorie che non possono lavorare in smart working come gli operai, il personale sanitario e socio-sanitario, i dipendenti delle cooperative sociali impegnati nella sanificazione degli ambienti ospedalieri, gli addetti ai servizi domiciliari, gli operatori dei call-center, i dipendenti di centri commerciali, supermercati, farmacie. La situazione è grave, e tra poco lo sarà ancora di più quando a molti di essi non verrà garantito il mantenimento del posto di lavoro. La crisi è ancora più acuta per il piccolo commercio, le false Partite IVA, i lavoratori autonomi e le piccole imprese che forse non reggeranno il calo della produzione e rischiano di non riaprire o di dovere effettuare tagli drastici al personale, e che a fronte di riaperture a singhiozzo vengono prese in giro con ammortizzatori sociali ridicoli.

Per tutti questi motivi, e in vista dell’ennesima chiusura della Regione Lazio in zona arancione, abbiamo deciso come Sezione “Mariano Mandolesi” del Partito Comunista di Gaeta, di attivare un doppio servizio di messaggistica WhatsApp: il 347 8807972 per la consulenza sanitaria offerta dal Dottor Ugo Picazio, medico anestesista nonché membro del Dipartimento Nazionale Sanità del PC, rivolto a chi vuole chiarimenti e delucidazioni sulla campagna vaccinale , ma anche per altri consigli generici visto che medici di base e pronto soccorsi sono spesso irraggiungibili od oberati di lavoro; e il 349 4691566 per l’assistenza ai lavoratori che con la scusa della pandemia subiscono soprusi, aumento delle ore lavorative o licenziamenti ingiustificati, offrendo loro sia un orientamento su come tutelarsi, sia una cassa di risonanza a livello mediatico per denunciare la loro situazione.

Il Servizio di Soccorso Rosso già lanciato sui social da oltre due settimane ha già ricevuto centinaia di richieste di aiuto da parte dei sempre più disorientati cittadini gaetani. Rinnoviamo quindi l’invito a contattarci e a lottare insieme perché solo una grande alleanza sociale di chi vive del proprio lavoro può contrastare lo strapotere potere assoluto delle grandi multinazionali, dei colossi del Web che invece si stanno arricchendo traendo enormi vantaggi dalla crisi economico sanitaria, grazie al beneplacito dei partiti liberisti che siedono in Parlamento, che fino a ieri facevano finta di opporsi gli uni agli altri e che finalmente hanno gettato la maschera riunendosi tutti, nessuno escluso, attorno alla corte di Mario Draghi, uomo delle banche e della grande finanza internazionale.”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]