Sequestrato l’impianto di videosorveglianza di un componente della famiglia Di Silvio

Continua incessante l’attività di prevenzione e controllo nei quartieri della città di Latina, in particolare al Nicolosi. Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 24 marzo, i poliziotti della Squadra Amministrativa hanno controllato un negozio etnico di alimentari in via Corridoni, dove si stava registrando un assembramento di persone all’esterno intente a bere alcolici. Nei confronti dell’attività è stata comminata la sanzione prevista dal dPCM vigente nonché la chiusura provvisoria per 5 giorni.

Sempre ieri, al Nicolosi, i poliziotti della Squadra Volante hanno posto sotto sequestro un sofisticato impianto di video sorveglianza posto all’esterno dell’abitazione di un appartenente alla famiglia Di Silvio, ivi sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

La telecamera all’esterno dell’abitazione

L’uomo aveva creato in cucina una vera e propria sala di controllo, dalla quale con un monitor ed un videoregistratore era in grado di controllare quanto accadeva all’esterno della sua abitazione, così facendo sorvegliava le persone in transito nonché le forze di polizia deputate al controllo circa il rispetto della misura in atto.

Nella stessa abitazione, nella giornata di ieri i poliziotti hanno arrestato due familiari dell’uomo per reati concernenti gli stupefacenti. Per tali fatti l’uomo è stato denunciato all’A.G., mentre tutto il materiale è stato posto in sequestro.