Il Comune di Fondi al quarto posto nella graduatoria pontina di “Ossigeno”

In arrivo in città 2254 alberi tra scenografici “Alberi di Giuda”, distese di lavanda, viali alberati e frutteti urbani

Il Comune di Fondi al quarto posto nella graduatoria pontina di “Ossigeno”

Il Comune di Fondi quarto nella graduatoria pontina di “Ossigeno”: presto nuovi alberi e parchi urbani grazie al programma di rimboschimento della Regione Lazio.

Sono sei, in totale, i progetti presentati per un totale di 2254 piante di cui 267 grandi fusti e 1987 arbusti di medie dimensioni, estesi su una superficie di oltre 18mila metri quadrati.

Anche Fondi, dunque, concorrerà in maniera significativa al raggiungimento dell’obiettivo finale: piantare nel Lazio 6 milioni di alberi, tanti quanti sono i cittadini, allo scopo di produrre ossigeno, rigenerare l’atmosfera, combattere l’inquinamento e realizzare il sogno di un pianeta più verde.

Siepe di lavanda

I sei progetti presentati interessano l’intero territorio comunale e prevedono l’inserimento di specie mediterranee, studiate in base al territorio e alle caratteristiche climatiche locali. Saranno messi a dimora, quindi, meravigliosi giganti, che doneranno ai cittadini ombra e aria pura strizzando l’occhio all’estetica, ma anche sempreverdi, alberi da frutto e piante ornamentali.

Tra le specie piantumate ci saranno, infatti, il leggendario albero di Giuda, noto per la sua fioritura vivace e copiosa, le delicate tamerici, ma anche castagni, ciliegi e distese di lavanda. Per la realizzazione dei progetti selezionati, il dipartimento per la valorizzazione e la promozione del capitale naturale espleterà una procedura di gara aperta mediante l’utilizzo di un accordo quadro. Ad effettuare i lavori di messa in dimora saranno quindi i vivai individuati direttamente dalla Regione Lazio.

Il sindaco Maschietto e l’assessore Macaro

Una bellissima notizia in un momento difficile per la nostra città – commentano il sindaco di Fondi Beniamino Maschietto e l’assessore all’Ambiente Fabrizio Macaro – ci auguriamo che la procedura tecnica, a cura della Regione, proceda a passo spedito e che i progetti possano prendere forma prima dell’estate. Come prevede il bando, ci prenderemo cura di questi nuovi alberi, seguendone con attenzione l’attecchimento, la crescita e le fioriture che doneranno alla nostra città nuovi scorci da vivere e fotografare”.

Entrando più nello specifico via Igino Cardinale (la bretella che collega l’Appia e via Acquachiara) sarà trasformata in un rigoglioso viale alberato con la piantumazione di 30 tra ippocastani e castagni comuni, 1600 arbusti di lavanda e 138 alberi di Giuda.

In via Gavio Nauta, alle spalle della chiesa di San Giovanni Gerosolimitano, sorgerà invece un’area verde con un tiglio, siepi di corbezzolo e lavanda e un grande giardino di alberi da frutto (fichi, pere, nespole e sorbe).

Tamarix gallica

Fusti e colori in arrivo anche in via Toniolo, che assumerà tutte le sfumature dell’oleandro, e in Piazzale delle Regioni, dove saranno piantati agrifogli, tigli, ippocastani e altri alberi di giuda. Il cimitero, dopo le ultime piantumazioni, sarà ulteriormente rinverdito con l’aggiunta di 500 cipressi e 200 ginepri. Querce da sughero in arrivo, infine, in via Covino, nel parco del Salto di Fondi.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]