Posti letto per i no-Covid, l’Asl paga altri 600mila euro all’Icot

Posti letto per i no-Covid, l’Asl paga altri 600mila euro all’Icot

L’Asl di Latina, a causa dell’emergenza coronavirus e dovendo ampliare i reparti Covid, ha ancora bisogno di posti letto all’Icot.

Per tale ragione l’Azienda sanitaria pagherà altri 600mila euro al gruppo Giomi, necessari a sfruttare gli spazi della struttura in via della Faggiana fino al 30 aprile prossimo.

La relativa delibera è stata firmata dal manager dell’Asl di Latina, Giuseppe Visconti.

Per via della pandemia, l’Azienda sanitaria pontina e la società Giomi hanno stipulato a novembre due protocolli d’intesa, volti ad ampliare i posti letto no-Covid all’Icot e per trasferire lì l’unità di chirurgia vascolare dell’ospedale “Goretti”.

La durata dei protocolli era prevista fino al 31 dicembre, ma il protrarsi dell’emergenza ne ha reso necessario il rinnovo.

A febbraio lo stesso direttore dell’ospedale di Latina, in una nota inviata all’Asl, ha chiesto, “stante l’attuale assetto ancora significativamente orientato all’emergenza Covid-19 dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina (139 posti letto complessivi)” di prorogare “fino a tutto il corrente mese, con possibilità di proroga, i rapporti di collaborazione con la struttura Icot/Giomi”.

E via dunque agli altri 600mila euro.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]