Sistema corruttivo in Abruzzo, arrestato direttore dei lavori delle Sipportica

Induzione indebita a dare o promettere utilità, istigazione alla corruzione, tentato peculato, turbata libertà degli incanti, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, rivelazione ed utilizzazione di segreti di ufficio.

Queste le ipotesi di reato formulate dalla Procura di Avezzano in un’inchiesta sull’amministrazione comunale di Celano, culminata la scorsa settimana con 25 arresti di amministratori, funzionari comunali, liberi professionisti e imprenditori.

Un’indagine che, secondo il gip Maria Proia, ha svelato “l’esistenza di un sistema clientelare, fondato su amicizie, conoscenze ed interesse con alcuni imprenditori o cittadini, in totale dispregio dei criteri di imparzialità, trasparenza e buon andamento della pubblica amministrazione, piegando, di fatto, l’interesse pubblico a quello di pochi”.

Tra gli indagati arrestati dai carabinieri anche l’ing. Livio Paris, direttore dei lavori a Cori per il restauro delle Sipportica, la strada medievale coperta da tempo a rischio crollo.

Incarico da 130mila euro.

“Un’inchiesta inerente vicende che interessano il comune di Celano e che non ha nulla a che vedere con l’importante appalto del Comune di Cori per il recupero delle Sipportica – ha dichiarato con un post su Facebook il sindaco Mauro De Lillis – ha purtroppo portato agli arresti domiciliari del direttore dei lavori del cantiere.

Una vicenda che, ripeto, pur non coinvolgendo il nostro Comune, non ci lascia indifferenti ma amareggiati per l’accaduto.

Tuttavia ,gli uffici comunali procederanno celermente ad adottare tutte le misure per il cambio del responsabile di cantiere e continuare la messa in sicurezza ed il restauro dell’antico porticato medievale.

Un’opera che riporterà alla vita un’area centrale del centro storico di Cori, sprigionando tutta la bellezza e il fascino di un antico luogo del Paese”.

E a quanto pare non è l’unico cantiere per cui il Comune di Cori deve trovare un sostituto.

All’ing. Paris l’ente locale lepino ha infatti affidato anche i servizi tecnici per gli interventi di adeguamento sismico della scuola media di via Vittorio Veneto, un incarico da oltre 147mila euro.

E sempre allo studio Paris il Comune di Cori ha affidato anche i servizi tecnici per la mitigazione del rischio idrogeologico del versante fosso dei Pischeri e piazza Fontanaccia a Giulianello, per 39mila euro.

Un incarico quest’ultimo revocato ad agosto ma poi riassegnato all’ingegnere di Avezzano a settembre.