Dopo gli insulti social, Valerio Catoia diventa testimonial contro gli haters

La Polizia Postale ha scelto Valerio Catoia come testimonial nella nuova campagna educativa contro l’odio online.

Valerio, infatti, era stato sbeffeggiato e addirittura insultato per aver salvato una bambina in mare. Incredibile ma vero perché in quel gesto di incredibile umanità alcuni avevano notato solo il fatto che il giovane fosse affetto dalla sindrome di down. La cosa aveva non solo creato clamore e sdegno, ma anche l’apertura di un’inchiesta.

Nel frattempo, sono stati in tanti a schierarsi dalla parte dell’atleta paralimpico, anche personaggi noti del mondo dello sport e dello spettacolo, compreso il Capo dello Stato Sergio Mattarella che l’ha nominato Alfiere della Repubblica.

Nelle scorse ore la bella notizia che la Polizia Postale ha scelto proprio Valerio come testimonial della nuova campagna educativa contro l’odio sul web.

La notizia è stata anche data nel noto format di Rai 3 “Presa Diretta” condotto da Roberto Iacona.