Omicidio Romeo, lettera di vicinanza da Casapulla

Omicidio Romeo, lettera di vicinanza da Casapulla

“Ho provveduto ad inviare al commissario prefettizio di Formia una lettera di vicinanza della cittadinanza di Casapulla a quella laziale e le condoglianze alla famiglia per la morte del giovane Romeo Bondanese. I fatti accaduti a Formia martedì scorso accomunano le due comunità ad un dramma che per motivi diversi coinvolgono famiglie dei nostri comuni”. A renderlo noto, nella giornata di lunedì, è stato il sindaco del paese casertano, Renzo Giuseppe Lillo.

Proseguono intanto le indagini sull’omicidio del 17enne, ucciso da una coltellata andata a recidere l’arteria femorale, e sul ferimento del cugino. Diversi, e su più piani, i tasselli da ricostruire. A partire dall’arma utilizzata nel delitto, che manca ancora all’appello. Intanto, il 16enne di Casapulla arrestato a margine dei fatti resta ristretto ai domiciliari, concessi dopo la derubricazione dell’accusa: da quella iniziale di omicidio volontario, la Procura per i minori di Roma era passata a contestare il reato di omicidio preterintenzionale, aggiungendo l’accusa di rissa.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]