Danno erariale, assolto l’ex assessore Franco Ambrosino

Danno erariale, assolto l’ex assessore Franco Ambrosino

Assolto dalla Corte dei Conti l’ex assessore comunale ai lavori pubblici Franco Ambrosino.

L’amministratore, attualmente consigliere comunale di minoranza, era stato accusato di danno erariale.

Per gli inquirenti contabili si era reso responsabile di irregolarità connesse ai pagamenti effettuati negli anni 2015 e 2016 per lavori edili affidati dal Comune di Ponza alla ditta individuale La Torraca Ettore, relativi alla scuola di Santa Maria.

Mandato a giudizio, la Procura aveva chiesto che venisse condannato a risarcire all’ente locale 66.532 euro.

Un’indagine partita da due esposti, presentati nel 2018 e nel 2019, su cui aveva effettuato degli accertamenti la Guardia di finanza.

I giudici hanno però sottolineato che nella vicenda non c’era alcuna prova di un danno subito dal Comune.

Escluso inoltre per Ambrosino anche “un comportamento gravemente colposo nell’esercizio dei compiti di controllo sulla esatta esecuzione dell’appalto”.

L’ex assessore è stato così assolto e risarcito di oltre tremila euro per le spese di giudizio.

“So bene che la politica non è per educande e che l’agone politico esaspera i comportamenti dei competitori. Ma a tutto c’è un limite”, sostiene ora Ambrosino.

“Il primo ponzese che aveva avuto l’ardire e la faccia tosta di denunciarmi alla Procura della Corte dei Conti – aggiunge il consigliere – è stato il consigliere Carlo Marcone, con un esposto del 12 settembre 2018.

Questo esposto è stato poi controfirmato da tutti i consiglieri comunali di maggioranza.

E qui siamo arrivati a un livello di bassezza inaudita, dove, oltre all’ignobile atto, il consigliere Gennaro Di Fazio ha avuto il coraggio di negare, forse per vergogna, ogni sua responsabilità, anche disconoscendo la propria firma in calce all’esposto.

Peccato che sia stato miseramente smentito dai fatti”.

Ancora: “Il secondo ponzese è la vicesindaca Eva La Torraca, oggi impiegata del Comune di Ponza, che il 22 marzo 2019 ha fatto un nuovo esposto ad adiuvandum del primo”.

“Chi mi ha vigliaccamente denunciato ha avuto torto marcio.

Avevo ragione, e ho avuto ragione.

Adesso sto valutando, non certo per una futile ripicca, se denunciare i due autori degli esposti e il Comune di Ponza per lite temeraria e per aver utilizzato i soldi dei ponzesi per pagare le parcelle degli avvocati del Comune”, conclude Ambrosino.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]