Danno erariale, sconto in appello per l’ex dirigente Romano

Danno erariale, sconto in appello per l’ex dirigente Romano

Sconto in appello per l’ex dirigente del Comune di Ventotene, Pasquale Romano.

Al termine del processo d’appello, l’ex dirigente si è visto in parte riconoscere le proprie ragioni e i giudici della Corte dei Conti lo hanno condannato a risarcire all’ente locale isolano 252.968 euro a fronte dei 444.288 che era stato condannato a risarcire in primo grado.

Romano è stato accusato di danno erariale, relativamente alla gestione del servizio di raccolta rifiuti sull’isola, tra il 2010 e il 2013.

Davanti alla Corte dei Conti del Lazio era finito anche l’allora assessore Cataldo Matrone, che secondo gli inquirenti era responsabile di omesso controllo e vigilanza, ma è stato subito assolto.

Per gli inquirenti contabili, Romano avrebbe sostituito un allegato al capitolato speciale d’appalto, al fine di riconoscere alla ditta affidataria del servizio, la S.I. srl, somme non dovute per il servizio espletato.

Un procedimento scaturito dalle indagini penali aperte sullo stesso fronte, con Romano imputato per truffa, soppressione di atto pubblico e turbata libertà degli incanti, e dagli approfondimenti compiuti dalla Guardia di finanza di Ventotene, che avevano portato la Corte dei Conti a stimare un danno pari a 788.684 euro.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]