Addio a Peppino Rotunno, leggendario direttore della fotografia: cordoglio anche a Fondi

Addio a Peppino Rotunno, leggendario direttore della fotografia: cordoglio anche a Fondi

Domenica se n’è andato Giuseppe “Peppino” Rotunno, uno dei più grandi direttori della fotografia di tutti i tempi. E’ venuto a mancare a 97 anni nella sua casa di Roma. Un lutto nel mondo del cinema internazionale, riverberato anche in provincia di Latina: nelle sue vene scorreva sangue fondano.

Suo padre Silvio era nato e cresciuto a Fondi, lavorando a lungo negli agrumeti della Piana, fino a quando decise di trasferirsi nella Capitale, dove iniziò a fare il sarto. E dove conobbe la futura moglie Grazia (detta Graziolina), che gli diede cinque figli (Fausto 1909; Marcello 1912; Vincenzo 1913; Giuseppe 1923; Fernanda 1928). Nonostante avesse sempre vissuto altrove, Rotunno negli anni ha mantenuto uno stretto legame con la città natale del padre, dove ancora ci sono diversi parenti.

Una vita sul set, con una carriera protrattasi dagli anni Quaranta – iniziando come operatore alla macchina – agli anni Novanta. Oltre mezzo secolo in cui Rotunno ha lavorato spalla a spalla con icone della cinematografia mondiale. Fu uno stretto collaboratore di Federico Fellini (Amarcord, Roma, Il Casanova, Prova d’orchestra, Satyricon, E la nave va, La città delle donne) e Luchino Visconti (Le notti bianche, Rocco e i suoi fratelli, Il gattopardo, Lo straniero), nel 1980 sfiorò l’Oscar per la fotografia di All that jazz di Bob Fosse, prestò la sua opera per registi del calibro di Mario Monicelli, Robert Altman, Vittorio De Sica, Pier Paolo Pasolini, Sydney Pollack, Lina Wertmuller, Terry Gilliam, John Huston, Massimo Troisi e Dario Argenti, solo per citare alcuni dei più noti. Un’istituzione, “Peppino”. Venne insignito di sette Nastri d’Argento, tre David di Donatello e un premio Bafta, ma soprattutto è riconosciuto all’unanimità come uno dei più grandi “maestri della luce” della Settima Arte.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]