Sviluppo del territorio, un protocollo per il dopo emergenza sanitaria

Sviluppo del territorio,  un protocollo per il dopo emergenza sanitaria

Firmato dall’UGL Latina e le altre organizzazioni sindacali il protocollo d’intesa per lo sviluppo del territorio pontino post Covid-19. La firma è stata apposta dai segretari Ivan Vento e Alberto Ordiseri con Unindustria Latina.

Un documento comune tra associazioni datoriali e sindacati per rivitalizzare un tessuto produttivo da tempo alle prese con difficoltà strutturali che hanno frenato lo sviluppo economico del territorio. L’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia ha ulteriormente complicato la situazione colpendo, in particolare, segmenti produttivi fondamentali per l’economia del territorio, come quello turistico e delle esportazioni.

La parti firmatarie del presente Protocollo si impegnano ad attivarsi, ognuno nel proprio settore di competenza, per raggiungere le finalità del progetto, condividendo le informazioni e i dati relativi ai finanziamenti europei ed alla loro pianificazione. Verrà inoltre costituito un comitato bilaterale per gestire il rapporto tra le parti e per monitorare ed analizzare i fondi europei e nazionali che saranno assegnati alla provincia di Latina.

Nel protocollo è emersa la necessità e la volontà di puntare sulle infrastrutture come da tempo richiesto dall’UGL. La ripresa post Covid del territorio non può prescindere dalla realizzazione di interventi infrastrutturali come l’autostrada Roma – Latina, la Cisterna – Valmontone, la Pedemontana di Formia, il raddoppio Campoleone-Aprilia ed il miglioramento di quanto già esistente come ad esempio l’asse trasversale Lazio Sud (collegamento Sora-Atina-Cassino-Formia-Gaeta).
Priorità anche ad altri settori come il farmaceutico, il Comparto manifatturiero/metalmeccanico, quello Alimentare, Il rilancio dell’Industria del Turismo con il rafforzamento della rete di operatori pubblici e privati.

Le parti firmatarie, entro 1 mese dalla data sottoscrizione del protocollo, dovranno individuare i nominativi che faranno parte del Comitato e iniziare a lavorare per accrescere lo sviluppo delle aree industriali del territorio, monitorare l’avanzamento dei finanziamenti in materia Industria 4.0 e green economy, con incontri periodici e la stesura semestrale di un rapporto. Soddisfazione è stata espressa anche dal Segretario Regionale UGL Armando Valiani: “Apprendo con fiducia e compiacimento del protocollo firmato a beneficio del territorio di Latina. Questo può e deve essere un punto d’inizio per rilanciare l’economia della provincia dopo l’emergenza sanitaria legata al COVID”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]