Spaccio a Fondi: arresti convalidati e obbligo di firma per i tre in manette

Spaccio a Fondi: arresti convalidati e obbligo di firma per i tre in manette

Arresto convalidato e successiva remissione in libertà con il solo obbligo di firma, per i tre stranieri arrestati giovedì pomeriggio dai carabinieri della Tenenza di Fondi con l’accusa di spaccio di hashish

Si tratta di un 26enne pizzaiolo tunisino, di 36enne disoccupato libanese e di un 33enne agricoltore pakistano, rispettivamente difesi dagli avvocati Onorato D’Adamo, Atena Agresi e Francesca Giuffrida.

Il terzetto è comparso davanti al Tribunale di Latina, presieduto dal giudice Laura Morselli, sabato mattina, con il pubblico ministero Alessio Sterzi che aveva contestualmente avanzato la richiesta di una misura più afflittiva, rappresentata dalla detenzione in carcere.

Gli imputati e il pool di legali hanno sostenuto la totale estraneità all’attività di smercio di droga, affermando che la sostanza stupefacente rinvenuta dai militari dell’Arma – poco più di 100 grammi complessivi – fosse di terzi soggetti che vivono saltuariamente nell’abitazione teatro del blitz, situata nel centro storico fondano. Concessi i termini a difesa, si tornerà in aula il primo marzo.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]