Anche Slow Food Latina dice no al sito di stoccaggio a Borgo San Michele

Anche Slow Food Latina dice no al sito di stoccaggio a Borgo San Michele

Anche Slow Food Latina dice no al sito di stoccaggio di Borgo San Michele e scrive al presidente della regione Nicola Zingaretti: 

“Come Slow Food Condotta di Latina ci rivolgiamo a Lei, perché presti la massima attenzione alla grave e preoccupante situazione ambientale che si sta prospet- tando nella nostra provincia, in particolare modo nel territorio del Comune di Latina, nello specifico l’ipotesi della realizzazione di un sito di stoccaggio dei rifiuti provenienti Tmb in località Migliara 45 nei pressi della Plasmon; eventualità da scongiurare fermamente se si ha a cuore il rispetto dell’ambiente, dell’ecosistema e della salute pubblica.

La scelta ubicativa di questa nuova discarica, vicino ad un corso d’acqua sfociante nel mare, vicino allo stabilimento della Plasmon, al Parco Nazionale del Circeo, al Borgo di San Michele, a campi di coltivazione agricole e ambienti naturali ricchi di biodiversità, denota la mancanza di visione strategica e di prospettiva del Piano dei Rifiuti Provinciale, oltre ad un consumo dissennato del suolo (12 ettari) la cui voca- zione è da sempre agricola.
Questa decisione aggrava ancor più il difficile momento che viviamo dal punto di vista economico e sociale a causa delle misure anti Covid-19; Le ricordiamo come il territorio del Comune di Latina è stato ed è gravato da altre “servitù” legate al sistema delle discariche.

Inoltre, l’area prevista per l’insediamento della discarica, è totalmente priva di infrastrutture di servizio e di logistica per il collegamento con la principale arteria stradale esistente (S.S.Pontina).
Per questi motivi la Condotta Slow Food di Latina Le chiede di intervenite tempesti- vamente per una revisione della scelta del sito previsto, nel rispetto della qualità dell’ambiente e della vita della popolazione ivi residente”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]