Centro Lilith, da 35 anni al fianco delle donne

Centro Lilith, da 35 anni al fianco delle donne

Il 4 febbraio del 1986, 14 donne del nostro territorio davano vita all’associazione Centro Donna Lilith, una realtà in collegamento con i collettivi femministi nati durante il processo per lo stupro del Circeo. Sono passati trentacinque anni da quel giorno, e molti sono i traguardi raggiunti dal sodalizio, che sin da subito è stato ed è al fianco delle donne che non vogliono subire più alcuna forma di violenza.

“Ricordiamo ancora quando nel 1991 è stato aperto il centro di ascolto dopo alcuni anni di accoglienza esclusivamente telefonica, da quel momento quasi 5000 donne hanno potuto fare un percorso di fuoriuscita dalla violenza, accompagnate e supportate dalle nostre volontarie”, dicono dall’associazione. “Nella pratica quotidiana ci si è accorte all’inizio degli anni 2000 della necessità di dotare il nostro territorio di maggiori servizi per le donne e i/le loro figli/e ed è nata la Casa Rifugio Emily per dare un rifugio sicuro e protetto. Nel corso degli anni si è dato vita a progettualità specifiche quali l’istituzione di due appartamenti di semi-autonomia e un progetto per l’inclusione socio-lavorativa delle donne”.

Da sempre inoltre l’associazione ha lavorato sulla tematica della prevenzione con le nuove generazioni all’interno delle scuole di ogni ordine e grado e ha sempre avuto un occhio particolare per la diffusione culturale al femminile, creando una biblioteca di genere e un gruppo della memoria.

“Purtroppo quest’anno non ci potremmo riunire e celebrare assieme questo importante traguardo e condividere nuove idee per il futuro, ma saremmo ugualmente vicino alla cittadinanza attraverso iniziative social tra le quali un ciclo di quattro webinar che andranno in diretta sulla nostra pagina Facebook e che ci accompagneranno fino all’otto marzo. Inizieremo – anticipano dalla Lilith – lunedì 8 febbraio alle 18 con il webinar che ripercorrerà la storia dell’attività di accoglienza alle donne attraverso la voce delle nostre operatrici. Proseguiremo poi la nostra proposta per i tre webinar successivi affrontando temi storico culturali di genere, tra i quali uno dedicato al ricordo di Lidia Menapace, uno a cura del gruppo di lettura dell’associazione con una rilettura del libro ‘L’Architettrice’ di Melania Mazzucco, e concluderemo lunedì 8 marzo ripercorrendo la storia del femminismo negli anni 70”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]