Proposta di Acqualatina sulle utenze morose, insorgono i 5 Stelle: “Adesso basta”

Arriva un secco 'No' degli attivisti del Movimento 5 Stelle all’utilizzo della Polizia Locale per il distacco dei contatori idrici

Proposta di Acqualatina sulle utenze morose, insorgono i 5 Stelle: “Adesso basta”

“Il meetup Formia 5 Stelle esprime forte preoccupazione e intende mobilitare tutti i membri, simpatizzanti ed elettori, contro Veolia ed Acqualatina nel caso dovesse passare la proposta del gestore di utilizzare agenti della Polizia Locale per operare distacchi a contatori privati, riservandosi anche azioni legali per difendere i diritti dei cittadini.

“Per varie ragioni la proposta presentata dal gestore è una ignominia – a nome di tutto Formia 5 Stelle sottolinea Antonio Romano, attivista già candidato Sindaco alle elezioni amministrative del 2018 per il Movimento 5 Stelle –.

Operare il distacco dell’acqua a famiglie e cittadini significa asservire completamente un bene pubblico di prima necessità alle speculazioni di banche e multinazionali.

Da quanto dichiarato dalla stampa, il gestore parla di interruzioni per privati autorizzate dai Giudici, ma, ad oggi, nessun Giudice ha mai autorizzato dei distacchi dall’acquedotto nei confronti di nuclei familiari, quindi questa richiesta nasconde la volontà di operare distacchi arbitrari, contro ogni legge, come già il gestore ha provato a fare in passato”.

Aggiunge Romano:In terzo luogo l’uso della forza pubblica per tutelare gli interessi di una società per azioni è di fatto un abuso istituzionale: Acqualatina non può decidere, per le vie brevi e senza un regolare processo seguito da una disposizione di un Giudice, di convocare la Polizia Municipale per facilitare le operazioni di distacco, né un Sindaco può violare la Legge concedendo una tale facoltà”.

E conclude con due inviti:Ai sindaci della provincia di Latina a respingere tout court la proposta perché irricevibile, illegale, irrispettosa dei cittadini; l’ATO a valutare gli adeguamenti tariffari, spesso errati, del Gestore e i disservizi per applicare le opportune penali, azioni sulle quali l’ATO non sembra così solerte come quando deve deliberare contro i cittadini, ricordando inoltre che l’ATO deve difendere i legittimi interessi dei cittadini e non quelli di Veolia”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]