Polizia impegnata nella sicurezza dei cittadini: il report settimanale delle attività

Polizia impegnata nella sicurezza dei cittadini: il report settimanale delle attività

Questa settimana la Questura di Latina ha  impiegato oltre 200 volanti, unitamente ai 9 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Lazio”, personale altamente specializzato nel controllo del territorio.

L’utilizzo dell’RPC “Lazio” è stato richiesto dal Questore  di Latina al Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Servizio Controllo del Territorio, per intensificare l’attività di prevenzione  nei punti ritenuti più sensibili del capoluogo e dell’intera provincia, con l’obiettivo principale di dare maggiore sicurezza ai cittadini.

Tale impegno ha permesso di identificare 1238 persone, controllare 432 veicoli ed elevare 96 contravvenzioni per violazioni al codice della strada, con il ritiro di 5 carte di circolazione e 1 patente di guida4 i veicoli sottoposti a sequestro amministrativo e 62 i posti di controllo effettuati.

Le persone tratte in arresto sono state 17. Di rilievo i 4 arresti compiuti a conclusione dell’indagine da cui è scaturita l’operazione denominata “Tacita Muta” condotta dalla Squadra Mobile e coordinata dalla Procura di Latina che ha condotto all’arresto di 4 pregiudicati del capoluogo pontino, responsabili dei reati di estorsione, lesioni personali e atti persecutori.

A Fondi gli agenti del Commissariato di Polizia  hanno arrestato un uomo di 51 anni, per maltrattamenti in famiglia aggravati dall’aver commesso il fatto anche in presenza dei figli minori. Sono invece 14 le persone denunciate in stato di libertà per diversi reati tra i quali, lesioni, minacce, furti, ricettazioni, atti persecutori ed altro. Nel corso dei controlli 1 persona trovata in possesso di modiche quantità di droga è stata segnalata al Prefetto di Latina per i provvedimenti amministrativi del caso.

Continua inoltre l’attività di prevenzione. Infatti, il Questore di Latina, nei giorni scorsi ha emesso 5 avvisi orali. L’avviso orale, misura di prevenzione con la quale “il Questore avvisa il destinatario dell’esistenza di indizi precisi sulla sua condotta illecita e lo invita a tenere un comportamento conforme alla legge “. A costoro è stato imposto di non accompagnarsi con altri pregiudicati. In caso di inosservanza alle prescrizioni potranno essere sottoposti alla misura di prevenzione personale più grave della sorveglianza speciale.

I provvedimenti, sono stati applicati dall’Ufficio Misure di Prevenzione della Divisione Polizia Anticrimine di Latina, nei confronti delle seguenti persone:

1) L.R. di anni 30 nato a Fondi e residente a Gaeta, recentemente arrestato, con precedenti penali per violazione normativa sugli stupefacenti, evasione, reati di falso, estorsione, guida senza patente, inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, danneggiamento o sottrazione di cose sottoposte a sequestro;

2) H.N. di anni 37 nato in Tunisia e residente a Latinaattualmente detenuto, con numerosi precedenti penali per violazione normativa sugli stupefacenti, violazione Legge sulle armi, rapina, resistenza a P.U., lesioni dolose, evasione, furto, estorsione, procurato allarme;

3) B.A. di anni 53 nato a Latina ivi residente, con diversi precedenti per furto, rapina, lesioni personali dolose, guida senza patente, violazione Legge sulle armi, resistenza violenza ed oltraggio a P.U., truffa, minacce, ricettazione, percosse, falso, danneggiamento, sostituzione di persona;

4) D.S. di anni 34 nato a Frosinone e residente a Formia, con precedenti per incendio, guida in stato di ebbrezza, reati di falso, frode informatica, ricettazione, furto aggravato, lesione personali, truffa, violenza o minaccia a P.U., maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, minacce, danneggiamento, disturbo alle persone;

5) A.A. di anni 41 nato a Rimini e residente ad Aprilia, con precedenti penali per rissa, furto aggravato, resistenza a P.U., guida senza patente, evasione, ricettazione, false attestazioni o dichiarazioni a P.U., resistenza a P.U., rapina, possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli, guida sotto l’influenza dell’alcool.

Il Questore di Latina, ha adottato la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio nei confronti di due donne considerate socialmente pericolose per la sicurezza pubblica.

La Polizia di Stato mette in campo ogni strumento disponibile per garantire la sicurezza dei cittadini attraverso la prevenzione dei reati intensificando l’attività di controllo del territorio e adottando misure che incidono sulla libertà personale di coloro che debbano  ritenersi , sulla base di elementi di fatto, abitualmente dediti a traffici  delittuosi o che vivano abitualmente con i proventi di attività illecite.

Il provvedimento è stato emesso nei confronti di due ragazze di 20 e 22 anni, non residenti nella provincia di Latina, con vari precedenti di Polizia, in particolare furto in appartamento. Alle giovani è stato ordinato di allontanarsi dal Comune di Terracina con l’intimazione di presentarsi presso la Questura di Napoli quale luogo di residenza e diffidate dal fare rientro a Terracina senza preventiva autorizzazione del Questore di Latina, per un periodo di tre anni, con l’avvertimento che, in caso di contravvenzione, saranno denunciate all’Autorità Giudiziaria.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]