Inchiesta “Sangue amaro” , i provvedimenti anche a Latina

Inchiesta “Sangue amaro” , i provvedimenti anche a Latina

Nasce da un esposto presentato nel 2018 in Puglia, l’inchiesta “Sangue Amaro” che ieri è arrivata fino a Latina. E precisamente allo stabilimento Ilsap a Borgo San Michele dove i Carabinieri hanno notificato ai due gestori, padre e figlio un provvedimento restrittivo. Le indagini  sono state condotte dai Carabinieri del Comando per la Tutela Ambientale e del Comando Gruppo Carabinieri Forestali di Lecce e dal Noe di Roma e Napoli e dal Nipaaf di Latina e Lecce.

Complessivamente sono stati emessi 9 provvedimenti cautelari di sequestro per circa 3 milioni di euro mentre il profitto illecito derivante dallo smaltimento del sangue ammonterebbe a 300mila euro. Le indagini degli inquirenti si sono concentrate sulle smaltimento non conforme di sangue illegale , un0idagine partita in Puglia nel 2018 all’interno di un’azienda che si occupa di recupero e smaltimento di scarti animali. Furono riscontrate diverse anomalie ed in modo particolare lo smaltimento illecito del sangue animale proveniente dalle macellazioni.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]