Condanna definitiva per “l’inventore” dell’ecobusiness dei Casalesi

Condanna definitiva per “l’inventore” dell’ecobusiness dei Casalesi

Quando si parla di ecomafie spunta sempre fuori il suo nome. Viene indicato come l’ideatore di quel business per conto del clan dei Casalesi, con rifiuti tossici e veleni di ogni tipo interrati in diverse parti d’Italia, compresa la provincia di Latina. Si tratta dell’avvocato Cipriano Chianese. E per il legale, che investì il suo denaro anche in terra pontina, è ora arrivata la condanna definitiva da parte della Corte di Cassazione: 18 anni di reclusione per associazione camorristica e avvelenamento di acque. In provincia di Latina l’avvocato Chianese acquistò l’ex complesso turistico a Marina di Castellone, a Formia, una villa a Sperlonga e una barca.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]