Duna devastata dal mare, quanto ancora si dovrà attendere per gli interventi?

Duna devastata dal mare, quanto ancora si dovrà attendere per gli interventi?

Duna devastata dalle mareggiate, la situazione peggiora a Sabaudia. Il danno questa volta è stato enorme soprattutto nel tratto compreso tra il Caterattino e la Bufalara. Oltre ai danni alle attività che si sono viste trascinare via pedane e intere strutture, quello che maggiormente preoccupa è lo stato della duna. Lato mare tra la passerella numero due e la tre la duna è stata erosa notevolmente ed in maniera preoccupante pensando anche alla vicinanza con la strada.

Di anno in anno il problema erosione è sempre più evidente. Il Parco Nazionale del Circeo ha avviato un progetto sperimentale per il recupero di una porzione di duna in località Caterattino ma servono interventi mirati e più consistenti che partano dal mare. Più volte in passato si era parlato di tecnoreef, una soluzione che non aveva convinto tutti. E’ chiaro che comunque sia necessario intervenire al più presto per scongiurare il pericolo che la duna venga ulteriormente danneggiata.

Sul posto a monitorare costantemente la situazione nonostante le festività, ci hanno pensato i volontari Anc con due equipaggi composti dal coordinatore Enzo Cestra e dai volontari Eduardo Capuanello, Joseph Carboni e Diego Giusti un’attività per garantire la sicurezza soprattutto nel tratto della Bufalara. I volontari hanno provveduto inoltre ad inoltrare le dovute segnalazioni rispetto lo stato della duna, alcune passerelle sono state interdette con il nastro perchè compromesse nella parte lato mare. In alcuni casi gli accessi sono letteralmente sospesi sul vuoto. Un problema quello dell’erosione della duna che per effetto domino va dal danno ambientale a quello legato al comparto turistico e quindi balneare. Persino i ginepri più alti in alcuni punti sono finiti in acqua, al momento l’unica vera difesa della duna resta quella della macchia mediterranea e delle piante pioniere. Un natura tanto amata per i selfie estivi, quanto abbandonata in momenti come questi.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social