Il consigliere regionale Forte (Pd) lancia il suo libro “Anticorpi”, proventi in beneficenza

È uscito nei giorni scorsi il libro, definito “pop” del consigliere regionale Enrico Forte. Si tratta di una riflessione sulla pandemia.

Enrico Forte

“La data scelta per l’uscita in libreria di ‘Anticorpi’ non è casuale – si legge nella nota – ricadendo proprio nel  “V day”, l’inizio delle somministrazioni vaccinali anti Covid-19 nei ventisette paesi UE. La vaccinazione genera anticorpi nel fisico e l’opera prima del consigliere regionale del Lazio Enrico Maria Forte nasce con lo scopo di generarli nella nostra mente, affranta da tempo dagli effetti devastanti della pandemia. Il volume che si contraddistingue per sua natura come opera “Pop” è davvero originale. Le illustrazioni accattivanti realizzate da Peppe Valenza, la miscellanea di idee, la scrittura moderna, la musica, le liriche, le buone letture si incarnano nelle riflessioni maturate dall’autore durante il lungo lockdown nella prima fase della pandemia e proseguite anche in questa seconda ondata, sino alla notizia della creazione del vaccino, generando salutari anticorpi per la nostra mente. In un periodo in cui i sentimenti altalenanti hanno preso il sopravvento e la vita frenetica cui eravamo abituati si è improvvisamente fermata, le pause obbligatorie hanno portato nell’autore profonde riflessioni e anche a una voglia di sublimare la condivisione di una socialità perduta. La lettura può rappresentare l’unica via d’uscita.


Nella storia dell’umanità, le reazioni alle pandemia in qualche modo si sono ripetute sempre uguali a se stesse e sono state narrate nei secoli dai più grandi autori della letteratura. La rabbia, il senso di impotenza, gli “untori”, la quarantena, le reazioni e le risposte sembrano essere sempre le stesse: quello che viene in aiuto nel 2020 però è la scienza, più forte e più evoluta che spazza via, per fortuna, tutte le fake news.

Un libro originale quello di Enrico Forte che offrirà ai lettori molti spunti di meditazione, un antidoto alla paura e all’isolamento e farà riscoprire  la voglia di solidarietà, volenti o nolenti siamo una comunità e solo insieme si potrà sconfiggere il morbo. Tutti i proventi di ‘Anticorpi’ saranno devoluti alla sezione Avis di Latina.”