‘Visioni Corte’ film festival, successo per l’edizione online della manifestazione

‘Visioni Corte’ film festival, successo per l’edizione online della manifestazione

Numeri impressionanti hanno caratterizzato la 9^ edizione di Visioni Corte International Short Film Festival, che quest’anno a causa dell’emergenza Covid-19 si è svolta interamente online dal 10 al 19 Dicembre 2020. La modalità web ha permesso a tantissimi appassionati di godere del festival a distanza, apprezzare i 107 cortometraggi selezionati e seguire gli incontri con registi e ospiti. Ha pagato la formula social approntata, che ha avvicinato soprattutto i giovani ad un evento culturale di alto profilo e che si attesta tra i più importanti a livello nazionale per il settore dei cortometraggi.

Un po’ di numeri: 750mila utenti raggiunti su Facebook, 400mila su Instagram, circa il 70% di giovani tra i 13 e i 24 anni, le regioni italiane più coinvolte sono state Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Campania e Sicilia. Molta partecipazione anche dall’estero. E ancora: oltre 80mila visualizzazioni video. Molto positivi anche i feedback dei 1023 utenti iscritti alla piattaforma online che hanno totalizzato oltre 100mila visualizzazioni dei cortometraggi apprezzandone l’alta qualità artistica.

In questi dieci giorni di programmazione, si sono alternati diversi eventi come “Visioni Talk”, il format quotidiano ideato per incontrare i registi che hanno potuto presentare al pubblico le proprie opere; gli incontri con i vari membri della Giuria Tecnica, ovvero per la sezione CortoFiction International l’attore canadese e regista Juan Riedinger, l’attrice francese Marie Boissard, la produttrice cinese Yao Xin; per la sezione CortoFiction Italia l’attrice Nunzia Schiano, l’attore, regista e actor’s coach Ferdinando Maddaloni, l’attrice Grazia Leone; per la sezione CortoAnimation il regista Mediaset Luigi Parisi, lo sceneggiatore di Dylan Dog Giancarlo Marzano, il critico cinematografico Alessandro Savoia; per la sezione CortoDoc il regista e attore italo-marocchino Elia Moutamid, il regista Massimo Bondielli, il filmmaker e direttore artistico del Sicily Farm Film Festival Marco Gallo. E ancora il webinar “I percorsi del cortometraggio tra distribuzione, nuove piattaforme e visioni tecnologiche”, che ha visto confrontarsi le più importanti case di distribuzione italiane sul futuro del cinema breve. Molto apprezzata anche la Mostra fotografica digitale “Federico Fellini, 100 anni del genio del cinema italiano” in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia e la Cineteca Nazionale, evento che rientra tra le celebrazioni targate “Fellini 100” del Mibact.

Quest’anno sono stati 107 i cortometraggi selezionati tra oltre 2000 giunti in selezione da tutto il mondo, 55 opere in concorso, 52 opere fuori concorso; 40 Nazioni rappresentate; 4 Sezioni competitive, 3 Sezioni non competitive, altissima presenza femminile dietro la macchina da presa con 50 registe donne. Diverse le anteprime italiane ed europee che sono state al centro delle varie serate del festival.

Sabato 19 Dicembre, si è tenuta la serata di premiazione, svoltasi significativamente dal palco del Cinema Teatro Ariston di Gaeta, sede storica del festival. I vari registi premiati si sono collegati in videoconferenza, dialogando con la presentatrice, la giornalista Erminia Anelli, e il Direttore artistico Gisella Calabrese. Il Cinema Ariston è stato trasformato in un vero e proprio studio televisivo. Tra i premiati spiccano nomi importanti del panorama cinematografico italiano come il premio per la migliore attrice andato a Daphne Scoccia, per la sua interpretazione nel cortometraggio “Specchio” di Caterina Crescini, e Riccardo Mandolini per il corto “Pupone” di Alessandro Guida, oltre alla menzione speciale della giuria per “Neo Kosmo” di Adelmo Togliani. Pluripremiato il corto “Klod” di Giuseppe Marco Albano ispirato alla storia del cestista albanese Klaudio Ndoja della Lega Basket Serie A, e stravince anche il macedone “Sticker” di Georgi M. Unkovski

Riccardo Mandolini

Di seguito tutti i vincitori della 9^ edizione:

Sezione CortoAnimation: LOVE IS IN THE HAIR regia di Clorinde Fesentieu, Jonathan Beaudry, Jordan Francfort, Mathias Borie, Manon Fournié, Isaure Thouveno – tutti studenti della prestigiosa scuola d’animazione francese ESMA, nazione Francia.

Sezione CortoDoc: EL INFIERNO, regia di Raul de La Fuente, nazione Sierra Leone.

Sezione CortoFiction Italia: KLOD regia di Giuseppe Marco Albano. KLOD si aggiudica anche i premi come miglior regia e miglior musica originale (Roberto Pellegrino e Mr. Kolla per la canzone “Change”).

Sezione CortoFiction International: STICKER di Georgi M. Unkovski, nazione Macedonia. STICKER vince anche il premio per il miglior attore protagonista sezione International che va a SASHKO KOCEVe miglior montaggio a Martin Ivanov.

Miglior sceneggiatura: Daniel Perez per il cortometraggio LE SYNDROME D’ARCHIBALD, che vince anche il premio per la miglior fotografia che va al direttore della fotografia Laurent Barès.

Migliore attore italiano: Riccardo Mandolini per PUPONE di Alessandro Guida.

Daphne Scoccia

Migliore attrice italiana: Daphne Scoccia, per la sua interpretazione in SPECCHIO di Caterina Crescini.

Miglior attrice sezione Fiction Internazionale: Sylvie Artel per la sua interpretazione in CELESTINE, nazione Francia, per la regia di Marie-Stéphane Cattaneo.

Menzione speciale della Giuria della sezione CortoFiction International a un’altra attrice, stavolta giovanissima, Mollie Cowen, per la sua interpretazione in 3 SLEEPS, di Christopher Holt, nazione UK.

Menzione speciale della Giuria della sezione CortoFiction Italia: NEO KOSMO di Adelmo Togliani.

Menzione speciale della Direzione Artistica: DAUGHTER di Daria Kashcheeva, nazione Repubblica Ceca.

Premio del Pubblico: TELL ME ABOUT TOMORROW di Igor Zuikov, nazione Russia. Assegnato dagli utenti iscritti alla piattaforma streaming, che hanno espresso la loro preferenza con un “mi piace”.

 

Gisella Calabrese

Esprime soddisfazione il Direttore Artistico del festival, Gisella Calabrese: «E’ stata un’edizione nuova, difficile e al tempo stesso entusiasmante, che ci ha permesso di sperimentare nuove forme di fruizione delle opere selezionate. Sicuramente svolgeremo nel futuro un festival ibrido, con la programmazione dal vivo e in sala affiancata dalla piattaforma streaming, per non escludere nessuno dalla visione dei cortometraggi. Molto positiva anche l’esperienza del “Visioni Talk”, che riproporremo in una veste rinnovata, adeguandola anche in presenza. Sono molto contenta dell’ampia partecipazione di giovani e giovanissimi, coinvolti grazie ai social, e questo ci lascia ben sperare per aumentare ancora di più il nostro pubblico non solo in presenza. Appuntamento all’anno prossimo, festeggeremo la decima edizione con un grande evento”.

Visioni Corte International Short Film Festival è realizzato con il contributo della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Mibact e della Regione Lazio, gode dell’Alto patrocinio del Parlamento Europeo, e dei patrocini di Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, Provincia di Latina e Comune di Gaeta e fa parte di AFIC – Associazione Festival Italiani di Cinema, FEDIC – Federazione Italiana Cineclub e Coordinamento Festival Cinematografici Campania. Partner culturale Centro Sperimentale di Cinematografia e Cineteca Nazionale.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]