Cisterna, dal Partito Democratico piovono critiche all’Amministrazione Carturan

Cisterna, dal Partito Democratico piovono critiche all’Amministrazione Carturan

Concluso ormai l’ennesimo Consiglio, senza risposte politiche come quelle riguardanti lo stallo in atto dell’Amministrazione, che dura ormai da più di due mesi. Il Sindaco ha riproposto il suo cavallo di battaglia, gli ennesimi 3 giorni in cui decidere se dimettersi”.

Esordiscono così, in una nota diffusa a mezzo stampa, Andrea Santilli, consigliere comunale del Partito Democratico e Aura Contarino, segretario del PD, sezione di Cisterna di Latina.

“La decisione stavolta è scaturita dall’allontanamento di 4 consiglieri di maggioranza, esponenti del Partito di FDI, che era sotto il vigile controllo del fidato Di Camillo, verso il gruppo misto. Il tutto perché Carturan ha voluto salvare il soldato Sambucci, nominandolo Vicesindaco per l’ennesima volta, dopo averlo rimosso altrettante volte,  in due anni e mezzo.

Su Sambucci abbiamo finito le parole, ora è in accordo con la Lega, ma di fatto a nulla è servito il tentativo del Sindaco di riproporre, forzatamente la vecchia Giunta, con i soliti Di Candilo e Sambucci, e non è di certo l’ex consigliere Esposito a poter rappresentare un cambio di rotta, in una composizione a cui comunque mancherebbero altri 3 Assessori.

Politicamente mancano le risposte alla città. Sui fondi che dovrebbero arrivare dal bando “Luci di Natale”, abbiamo tentato di capire come saranno impegnati i 15.000,00 Euro, se a favore della Pro Loco per le luminarie o se invece andranno a progetti sociali e di sostegno alla povertà, come prevede invece anche il bando.

Sarebbe il caso quest’anno di dedicarli a cose più utili e necessarie, anzi, abbiamo invitato la maggioranza ad investire ulteriori soldi a sostegno delle famiglie bisognose.

Mauro Carturan, primo cittadino di Cisterna

Sulla Casa della Salute, nonostante le richieste di incontri della Asl, nessuna risposta, nessuna previsione. Su quello che riteniamo essere punto fondamentale per lo sviluppo sanitario di Cisterna, non molleremo un millimetro, dobbiamo farla realizzare.

Riguardo ai punti all’ordine del giorno, 15 riguardavano ratifiche di variazioni di bilancio e debiti fuori bilancio. Abbiamo riscontrato i soliti molteplici errori nella forma e nella sostanza, errori per i quali, dopo aver ammonito il Presidente del Consiglio e la Segretaria Generale, abbiamo chiesto il ritiro, ma la maggioranza, come sostiene Di Candilo, “tiene la barra a dritta”, al di là del solito disastro.

Finito la solita lettura, stile preghierina di Natale, dell’Assessore allo “Sbilancio” Di Candilo (visto che chiede l’approvazione di documenti che nemmeno tornano a pareggio), siamo passati agli insulti da parte del preparatissimo esponente, che dovrebbe pensare un po’ di più ai motivi per cui ricopre (con stipendio) quel ruolo. Sicuramente non per le competenze.

Finalmente è stato superato il problema del Regolamento delle Commissioni Consiliari, obsoleto e non corrispondente alla nuova normativa, per buona sorte di chi si è astenuto o ha votato contrario.

Qui c’è stata, tra le poche volte, un segno di maturità dei consiglieri di maggioranza presenti, che hanno votato favorevolmente il punto e messo fine al giochetto del baratto dei posti in commissione.

Adesso dobbiamo solo attendere l’ennesima puntata della Serie TV “Basta, mi dimetto”, con Mauro Carturan candidato ormai all’ Emmy Awards. Altro che Trono di Spade.

Ci auguriamo che nella presa di coscienza dei consiglieri che hanno abbandonato il Partito della Meloni, ci sia la volontà di lavorare per la città, aprendo le proprie prospettive”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]