Nei guai per un video su YouTube di insulti e minacce al Csm

Nei guai per un video su YouTube di insulti e minacce al Csm

Disposto un processo per il terracinese accusato di aver minacciato sulla piattaforma web Youtube i magistrati e lo stesso Csm.

Il giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Latina, Pierpaolo Bortone, accogliendo la richiesta del pubblico ministero, ha rinviato a giudizio il 41enne Maurizio Palmacci, imputato per violenza o minaccia a un corpo politico, amministrativo o giudiziario o ai suoi singoli componenti.

I fatti risalgono al marzo scorso.

In un video caricato su YouTube, il terracinese aveva insultato e minacciato i componenti del Consiglio superiore della magistratura.

“Troverò un santo in divisa, gli darò due milioni di euro e gli dirò tu li devi ammazzare tutti. Ricordatevi una cosa: io passerò alla storia, con l’esperienza mia militare io ci arrivo”, aveva detto.

E riferendosi ai membri del Csm li aveva definiti quelli che “hanno il tavolo rotondo dove fanno le riunioni”.

Il filmato era stato quindi rimosso, ma prima di essere eliminato aveva ottenuto numerose visualizzazioni.

Il 41enne era stato indagato e sottoposto all’obbligo di firma in caserma.

Ora il rinvio a giudizio.

La prima udienza, davanti al Tribunale di Latina, è fissata per il prossimo 14 gennaio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social