Raccolta differenziata: le regole per i pazienti positivi al Covid-19

Raccolta differenziata: le regole per i pazienti positivi al Covid-19

Rispetto della privacy del cittadino, sicurezza per l’operatore che si occupa della raccolta e tutele per tutti i condomini di un edificio o di un residence con positivi: si propone di garantire questi tre importantissimi aspetti il regolamento per la gestione del porta porta a Fondi ai tempi del Covid-19.

Nell’attuale fase di emergenza sanitaria, viste le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità, e nel rispetto dell’Ordinanza regionale del 25 marzo, il Comune di Fondi e l’assessorato all’Ambiente del Comune di Fondi ricordano ai cittadini che sono in vigore due distinte modalità di raccolta.

Abitazioni in cui NON sono presenti persone positive, in isolamento o in quarantena obbligatoria

La raccolta differenziata continua con le modalità di sempre ma vanno rispettate particolari accortezze per i dispositivi di protezione personale e per tutto quanto potrebbe rappresentare un rischio di contagio, tanto per gli operatori della nettezza urbana quanto per gli altri membri della famiglia o in colleghi in ufficio.

Mascherine monouso, fazzoletti, guanti e dispositivi di protezione devono essere gettati nell’indifferenziato.

Per quanto riguarda il comune di Fondi, quindi, gli scarti che potrebbero rappresentare un potenziale rischio di contagio, devono essere gettati nel mastello grigio che viene ritirato il mercoledì mattina.

Abitazioni in cui risiedono positivi o persone in isolamento o quarantena

Viene interrotta la raccolta differenziata. Tutti i rifiuti domestici, indipendentemente dalla loro natura, devono essere gettati nel bidone grigio (secco residuo).

I rifiuti dovranno essere chiusi in un sacchetto e poi nuovamente inseriti in un altro sacchetto proseguendo, se necessario, anche una terza volta qualora il materiale della busta utilizzata dovesse risultare poco resistente.

Tutti gli scarti accumulati dovranno essere tenuti in casa nel mastello grigio che verrà ritirato il martedì e il sabato mattina.

Il servizio, a cura della società De Vizia Transfer, è assolutamente gratuito e nessun incaricato può e deve chiedere di entrare nel domicilio o avere contatti fisici con le utenze interessate.

Le persone, certe di aver contratto il virus ma non ancora riportate nell’elenco trasmesso dalle autorità sanitarie all’Ente, possono richiedere l’attivazione del servizio utilizzando l’apposito modulo da inviare al seguente indirizzo email: covid-ambiente@comunedifondi.it

Il tutto avverrà con il massimo riserbo e nel rispetto della privacy dell’utente.

«In questo momento molto difficile per la nostra città – commentano il sindaco Beniamino Maschietto e l’assessore all’Ambiente Fabrizio Macaro – invitiamo i cittadini ad essere collaborativi comunicando il proprio nominativo agli uffici competenti qualora il servizio non dovesse essere attivato con tempestività. Proprio come accade con il tracciamento dei contatti, infatti, l’attivazione della raccolta speciale dedicata ai pazienti positivi potrebbe subire dei ritardi dovuti alla trasmissione degli elenchi da un ente all’altro. Ricordiamo che il servizio può essere attivato anche una volta appresa la propria positività al tampone rapido effettuato presso un laboratorio privato».

You must be logged in to post a comment Login

h24Social