Acqua torbida, scatta una nuova ordinanza per la salute pubblica

Acqua torbida, scatta una nuova ordinanza per la salute pubblica

Acqua torbida, torna il problema e scatta una nuova ordinanza. il provvedimento arriva a seguito dei riscontri trasmessi al i valori di torbidità riscontrati lo scorso 17 novembre presso le Sorgenti Capodacqua e Mazzoccolo, interessate per l’appunto da fenomeni di torbidità. 

Per questo è stato ordinato sino a nuova disposizione “il divieto dell’uso dell’acqua a scopo potabile, in particolare l’uso della stessa come bevanda e per la preparazione di cibi, causa la non conformità dei parametri riscontrati alla normativa vigente”.

Nel provvedimento firmato dal sindaco di Formia,  Paola Villa è stato chiesto al gestore del servizio idrico di predisporre e garantire, mediante servizio sostitutivo di autobotti da posizionarsi nei punti nevralgici del territorio comunale, un adeguato approvvigionamento idrico alla cittadinanza nonchè di mettere in atto tutte le procedure e le azioni necessarie a contrastare e ridurre il fenomeno della torbidità dell’acqua nel pieno rispetto della Carta del Servizio idrico Integrato.

L’ordinanza  sarà suscettibile di revoca non appena sarà comunicato il rientro dei valori conformi alla vigente normativa, per l’utilizzo dell’acqua a scopo potabile,
a seguito delle verifiche disposte dagli Organi competenti. il provvedimento è stato trasmesso come da prassi anche alla Prefettura oltre che alla Asl ed alla Polizia Locale.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social